Campionati Indoor al Palacus … ma si ritorna a parlare di piste che andranno eliminate

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

L’atletica giovanile a Bologna si presenta bene con numeri di partecipazione importanti al primo appuntamento della stagione, che si svolgerà sabato 11 febbraio al Palacus di Bologna, il palazzetto dello sport del Cus Bologna che malgrado tutto riesce a ospitare una bella manifestazione di atletica, pur avendo spazi contenuti. Sabato 11 febbraio è infatti in programma la prima giornata dei Campionati Provinciali Giovanili Indoor, a cui si sono iscritti 425 atleti per 621 atleti-gara, tutti giovani delle categorie cadetti, ragazze e esordienti, cioè da 6 a 15 anni. I  maschi questa volta sono in leggera prevalenza sulle femmine, 323 contro 298 atleti-gara, con le gare a ostacoli al top come numero di presenze (60 iscritti negli esordienti maschi e 41 nelle femmine, anche se la gara più partecipata saranno i 40 metri piani esordienti maschi con 70 iscritti).
A questo link l’elenco degli iscritti: https://www.fidal.it/risultati/2017/REG12923/Index.htm

Ma intanto divampa nuovamente la polemica sugli impianti di atletica a Bologna: è nota la carenza di impianti per l’attività al coperto, non solo per le gare, ma soprattutto per gli allenamenti invernali, che è un problema di Bologna ma non solo (più grave però proprio a Bologna essendo capoluogo e città più importante della regione Emilia Romagna…), ma oggi un trafiletto del quotidiano “Il Resto del Carlino-edizione Bologna” riportava nuovamente la concreta possibilità che il campo Antistadio venga sacrificato per le esigenze del Bologna calcio, come contropartita per le spese di ristrutturazione (o meglio di rifacimento dello Stadio Renato Dall’Ara e in questa occasione tralasciamo il discorso che una volta lo stadio di Bologna aveva la pista di atletica, in cui si sono disputati Campionati Italiani, Golden Gala e altri meeting super partecipati come i Fidal Estate degli anni ’80 e ’90), che riceverebbe a compensazione aree attigue allo Stadio, fra le quali quella dell’Antistadio, da utilizzare per fini commerciali. Questo è quanto riportava oggi il quotidiano bolognese: “… si ipotizza la realizzazione di attività commerciali – su 2 piani e su una superficie di 6000 mq – da mettere a reddito con affitti. E un grande parcheggio multipiano, a servizio dello Stadio, su una superficie di 7000 mq.”. Pur essendo una situazione già nota e temuta da tutti i praticanti dell’atletica e dagli sportivi in genere, almeno da coloro che non sono influenzati da una stampa allineata alle richieste di un club professionistico a scapito dell’utilità pubblica di un impianto ad uso dei cittadini, in particolare giovani, che svolgono attività sportive di atletica, calcio, ecc., sentire ancora parlare di centri commerciali (come se in quella zona del quartiere se ne sentisse la mancanza) e parcheggi al posto di un impianto sportivo, non può che innestare nuove polemiche per la latitanza delle istituzioni all’annoso problema degli impianti di atletica a Bologna, che nel giro di un paio di anni vedrà probabilmente scomparire un impianto storico … Molti hanno postato commenti su facebook quali:
1)  Le amministrazioni…senza cultura sportiva!
2) in zona Mazzini c’è l ex Di Ma centro commercial è stato aperto un paio di anni con parcheggio …negozi .. vuoto praticamente nuovo … c’è già … si prendessero quello. … ? che schifo. ..
3) PROTESTO.
4) Il capitale divora le nostre vite. Intere vicende di sport e amicizia spazzate via dalla zona ovest di bologna
5) Che schifo! ma che schifooooooo
6) non ci posso credere l’Antistadio è uno degli impianti sportivi più frequentato da adulti e minori in una zona strategica non lontano dal centro di BO, vorrei sapere il “genio” che ha queste distruttive idee anche perchè a 100m.dall’antistadio esiste da anni un altro centro commerciale- tutto questo per favorire altre speculazioni,non vi basta aver reso impraticabile all’Atletica il Dall’Ara ? ancora altri scempi sempre all’insegna del dio DENARO – VERGOGNA ! non vi rendete conto, per questa squadra di brocchi basta lo stadio di Casalecchio !!!!
7) Per quella squadra che c’è a Bologna c’è bisogno di smantellare un impianto che usano un sacco di bolognesi ? che schifo Merola tornatene a Napoli
8) che schifo ,e se andassimo tutti davanti al comune a protestare?io non mi sino mai tirato indietro ,sono pronto anche questa volta.
9) Arriviamo sempre dopo la puzza! Negli usa i centri commerciali piano piano stanno chiudendo tutti!!!
10) Non gli importa, l importante è il capitale immobiliare
11) Io direi che invece di distruggere un impianto come l’antistadio che è storico per tanti motivi oltre ad essere alla portata di tutti……i grandi cultori e intelligentoni bolognesi pensassero a organizzare qualche manifestazione sportiva degna per questa città che da anni non si vedano più…..viviamo di ricordi svegliatevi…

E altre proteste e commenti arriveranno ancora !!!

Nella foto d’epoca di Museo dello Sport di Bologna lo Stadio e l’Antistadio di Bologna, 2 strutture che ospitavano gare e allenamenti della atletica leggera a Bologna: allo Stadio è stata già da tempo dismessa la pista, l’Antistadio potrebbe essere sacrificato per le esigenze del Bologna calcio.

  •   
  •  
  •  
  •