Mondiali Atletica Leggera 2017: il medagliere per nazioni

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Concluse le 48 gare (24 maschili e 24 femminili) dei Campionati Mondiali di Atletica a Londra, possiamo dare uno sguardo definitivo al medagliere per nazioni.
La classifica del medagliere è ordinata in base al numero di medaglie come “pregio” e quindi rispettivamente oro, argento e bronzo, al di là del numero complessivo di quelle vinte.
Medagliere complessivo Uomini e Donne: Oro-Argento-Bronzo (totale)
Stati Uniti 10-11-9 (30); Kenya 5-2-4 (11); Sud Africa 3-1-2 (6); Francia 3-0-2 (5); Cina 2-3-2 (7); Gran Bretagna 2-3-1 (6); Etiopia 2-3-0 (5); Polonia 2-2-4 (8); Authorized Neutral Athlete 1-5-0 (6); Germania 1-2-2 (5); Repubblica Ceca 1-1-1 (3); Australia 1-1-0 (2); Bahrain 1-1-0 (2); Colombia 1-1-0 (2); Turchia 1-1-0 (2); Giamaica 1-0-3 (4); Olanda 1-0-3 (4); Croazia 1-0-1 (2); Norvegia 1-0-1 (2); Portogallo 1-0-1 (2); Qatar 1-0-1 (2); Trinitad e Tobago 1-0-1 (2); Venezuela 1-0-1 (2); Belgio 1-0-0 (1); Grecia 1-0-0 (1); Lituania 1-0-0 (1); Nuova Zelanda 1-0-0 (1); Costa d’Avorio 0-2-0 (2); Giappone 0-1-2 (3); Bahamas 0-1-1 (2); Ungheria 0-1-1 (2); Burundi 0-1-0 (1); Marocco 0-1-0 (1); Messico 0-1-0 (1); Svezia 0-1-0 (1); Ucraina 0-1-0 (1); Uganda 0-1-0 (1); Brasile 0-0-1 (1); Cuba 0-0-1 (1); Italia 0-0-1 (1); Kazakhistan 0-0-1 (1); Siria 0-0-1 (1); Tanzania 0-0-1 (1).
Il predominio degli Stati Uniti è evidente, ma non è sempre stato così. Infatti nella precedente edizione dei Campionati Mondiali (Pechino 2015), la classifica per nazioni, come medagliere, ebbe un esito diverso: Kenya 7-6-3 (16), Giamaica 7-2-3 (12), Stati Uniti 6-6-6 (18). Le nazioni che vinsero almeno un titolo mondiale a Pechino 2015 furono 15, contro le 27 di Londra 2017. Invariato il numero delle nazioni che conquistarono almeno una medaglia, 43 come a Londra, dove però c’è stato un certo ricambio: nel 2015 ci riuscirono Bielorussia, Eritrea, Spagna, Slovacchi, Egitto, Israele, Tajikistan, Tunisia, Bosnia, Finlandia, Grenada, Lettonia, considerando la stessa nazione Russia e atleti indipendenti.
Nel 2013 a Mosca fu la Russia a vincere più medaglie d’oro e il medagliere ebbe questa classifica per le prime posizioni. Russia 7-4-6 (17); Stati Uniti 6-14-5 (25); Giamaica 6-2-1 (9); Kenya 5-4-3 (12), con 38 nazioni che vinsero almeno una medaglia.
Nelle edizioni precedenti furono invece gli Stati Uniti a vincere questa classifica, almeno a partire dal 2003.
E l’Italia ? A partire dal 2000 (a ritroso da Londra) abbiamo avuto:
Londra 2017: 1 medaglia di bronzo con Antonella Palmisano nella marcia 20 km
Pechino 2015: nessuna medaglia
Mosca 2013: 1 medaglia d’argento con Valeria Straneo nella maratona
Daegu 2011: 2 medaglie di bronzo con Antonietta Di Martino nell’alto e Elisa Rigaudo nella marcia 20 km
Berlino 2009: 1 medaglia di bronzo con Giorgio Rubino nella 20 km di marcia
Osaka 2007: 2 medaglie d’argento con Andrew Howe nel lungo e Antonietta di Martino nell’alto e una medaglia di bronzo con Alex Schwazer nella marcia 50 km.
Helsinki 2005: 1 medaglia di bronzo con Alex Schwazer nella marcia 50 km
Parigi 2003: 1 medaglia d’oro con Giuseppe Gibilisco nell’asta e 2 medaglie di bronzo con Stefano Baldini nella maratona e Magdelin Martinez nel triplo
Edmonton 2001: 1 medaglia d’oro con Fiona May nel lungo; 1 medaglia d’argento con Fabrizio Mori nei 400 hs e 2 medaglie di bronzo con Stefano Baldini nella maratona e Elisabetta Perrone nella marcia 20 km

  •   
  •  
  •  
  •