A1 Femminile, Ragusa da sola in testa alla classifica, battuta Schio. San Martino al terzo posto

Pubblicato il autore: Ambra Angelini Segui

E’ stata la Passalacqua Ragusa ad aggiudicarsi il big match dell’ottava giornata del Campionato di A1 Femminile. Tra le mura amiche del PalaMinardi, le siciliane allenate da Nino Molino hanno battuto 73-71 le campionesse d’Italia in carica del Famila Wuber Schio, portandosi da sole al comando della classifica a punteggio pieno. Sotto di 7 a metà gara (36-43), le biancoverdi hanno accelerato nella seconda parte dell’incontro, tornando a –1 a fine terzo quarto e trovando poi sorpasso e successo nell’ultima frazione: “E’ una vittoria che dedichiamo al nostro splendido pubblico – ha affermato il tecnico della Passalacqua – che ha sostenuto la squadra nella rimonta credendo come noi al successo. Sono soddisfatto della prestazione del gruppo, oggi è stato fondamentale rientrare nel match grazie alla grande intensità difensiva che abbiamo messo in campo a partire dal terzo quarto”. Nella prossima giornata Ragusa è attesa da un altro big match, in trasferta contro la Fila San Martino di Lupari, che grazie al colpaccio in casa della Gesam Lucca (58-60) ha agguantato il terzo posto solitario. Vincono in trasferta anche Napoli (al secondo successo consecutivo) contro La Spezia, Umbertide sul campo di Vigarano (50-63) e il CUS Cagliari a Trieste (71-83). Fanno rispettare il fattore campo invece Battipaglia e Venezia, vittoriose rispettivamente contro Orvieto e Parma. Il 23 novembre la nona giornata.

I risultati
Pall. Vigarano-Acqua&Sapone Umbertide 50-63
Techmania Battipaglia-Ceprini Costruzioni Orvieto 70-59
Gesam Gas Lucca-Fila San Martino 58-60
Carispezia La Spezia-Saces Dike Napoli 53-75
Umana Venezia-Lavezzini Parma 81-62
CalligarisTriestina-CUS Cagliari 71-83
Passalacqua Ragusa-Famila Wuber Schio Schio 73-71

La classifica
Ragusa 16, Schio 14, San Martino 12, Lucca 10, Venezia 10, Umbertide 10, Cagliari 10, Battipaglia 8, Parma 6, Napoli 6, Orvieto 4, Vigarano 2, Triestina 2, La Spezia 2.

  •   
  •  
  •  
  •