Barack Obama: “Belinelli manca tantissimo ai miei Bulls”

Pubblicato il autore: Armando Cortese Segui

obama belinelli

Per Barack Obama Belinelli “manca tantissimo ai Bulls”. Washington. Casa Bianca. East Room. Cerimonia di premiazione dei campioni NBA in carica: i San Antonio Spurs di coach Gregg Popovich, dell’intramontabile trio Parker-Duncan-Ginobili e dell’azzurro Marco Belinelli. Un’occasione straordinaria, un regalo inatteso, un attestato di stima e riconoscenza dal Presidente degli Stati Uniti d’America. Belinelli da San Giovanni in Persiceto, in elegante abito Dolce e Gabbana, vive un’altra giornata di gioia, l’ennesima giornata indimenticabile di una carriera in crescendo. “Un’emozione incredibile…qualcosa di veramente speciale, non é da tutti essere ricevuti e premiati alla Casa Bianca dal Presidente degli Stati Uniti. Negli ultimi mesi mi sono successe tante cose belle…adesso ho anche incontrato Barack Obama, il quale ha speso parole bellissime su di me”. Obama, noto appassionato di basket e sostenitore dei Chicago Bulls, ha elogiato gli speroni texani pur con qualche rammarico da tifoso ed ha ricevuto in cambio una maglietta personalizzata ed un pallone autografato: “Non é facile accogliere qui alla Casa Bianca i campioni NBA quando non si tratta dei Bulls. Bisogna essere però sinceri, é difficile non amare questi Spurs. Prima di tutto sono vecchi, poi apprezzo l’internazionalità di questa squadra, una sorta di Nazioni Unite della pallacanestro. Il loro modo di giocare ha fatto scuola e nella NBA ormai ci sono parecchi imitatori del loro stile”.
Il Beli intanto se la ride, felice di sé e del suo sogno di bambino.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Indiana Pacers-Los Angeles Lakers, streaming e diretta tv NBA