Gigi Datome, delusioni Pistons e speranze azzurre

Pubblicato il autore: Armando Cortese Segui

gigi datome

Per Gigi Datome non é certo semplice indossare solo la tuta di Detroit e rimanere seduto ogni sera in panca per 48 minuti, mentre i suoi compagni di squadra corrono e si battono per risollevare le sorti dei gloriosi Pistons. Sempre e comunque, anche quando le gare sono ormai decise ed il risultato non è più in bilico. A Gigi Datome manca il parquet e non nasconde la sua sofferenza, ma non demorde, si allena con professionalità  e continua a sgomitare per ritagliarsi il suo spazio nel pianeta NBA. Fino ad ora in questa stagione solo 12 minuti di gioco (e 7 punti) contro i Los Angeles Lakers il 2 dicembre…“Van Gundy é un ottimo allenatore, ma non ho fatto parte del suo progetto tecnico…Mi preparo al meglio per farmi trovare pronto, per sfruttare un’eventuale occasione”. La delusione è grande, ma la speranza e gli stimoli non mancano, soprattutto in chiave azzurra con un obiettivo chiaro: Eurobasket 2015, nonostante un girone di qualificazione all’apparenza proibitivo con Spagna, Germania, Turchia, Serbia ed Islanda come avversarie. “Se nel recente passato il traguardo realistico poteva essere superare il turno e, considerata la forza delle avversarie, inizialmente lo sarà anche questa volta, non dobbiamo comunque porci limiti. Può essere il momento giusto per questa generazione italiana di giocatori per fare qualcosa di grande in Nazionale. SI, qualcosa di grande!

  •   
  •  
  •  
  •