57 anni, un cancro alle spalle e una forza sovvraumana: auguri a Oscar Schmid

Pubblicato il autore: Ambra Angelini Segui

Oscar Schmid, miglior tiratore di tutti i tempi (49.737), lunedì ha compiuto 57 anni. Felice del suo passato e di essere ancora qui oggi, sembra aver ritrovato la serenità che il cancro al cervello gli aveva portato via. Prima l’operazione nel maggio del 2011 e poi quella nell’aprile del 2013, ma anche il cuore “svalvolato” compagno di una vita intera, con battiti cardiaci irregolari e le innumerovoli conseguenze. Ma Oscar non si è mai arreso, nonostante cicli e cicli di radioterapie, chemioterapie e mesi difficili passati nei letti degli ospedali. Ora “O rey do triple” ha voltato pagina ed è tornato ad affrontare la quotidianità con il sorriso e la tenacia che sempre l’hanno contraddistinto.
“Continuo a fare i trattamenti -dice Oscar Schmid-, ne ho appena finito uno, non bisogna mai mollare di un centimetro e tenersi sempre sotto controllo. Papa Francesco mi ha dato una forza incredibile: quell’incontro del 25 luglio 2013 a Rio non potrò mai dimenticarlo, così come la commozione e la gioia di quel momento. Comunque, ora sto bene, anzi lo dico in napoletano: stongo ‘a fine d’o munno“.
Lui, l’inconfondibile “mano” di sempre, con quel suo fare un po italiano, un po portoghese e tanto napoletano, ce l’ha fatta e adesso è deciso nel riprendersi tutte le sue rivincite.
Bisogna crederci fino in fondo, sempre!

Leggi anche:  Basket, Liga ACB - Baskonia si arrende a Causeur: il Real Madrid fa 12 su 12

Tanti Auguri Oscar.

  •   
  •  
  •  
  •