Playoff NBA, finale Eastern Conference: Cavs nel segno di LeBron, demolita Atlanta

Pubblicato il autore: Sabino Palermo Segui

2015-05-21T033541Z_1214077318_NOCID_RTRMADP_3_NBA-PLAYOFFS-CLEVELAND-CAVALIERS-AT-ATLANTA-HAWKS-kKWH-U110914631270WZH-620x349@Gazzetta-Web_articolo

LeBron vuole l’anello, a tutti i costi. Inizia subito con il forte marchio di King James la finale di Eastern Conference 2015. Alla Philips Arena Cleveland ribalta immediatamente il fattore campo e si aggiudica Gara-1, imponendosi 97-89 sui padroni di casa di Atlanta: 31 punti per il ‘Prescelto’, ben 28 uscendo dalla panchina (con 8 triple) per J.R. Smith. I Cavs dunque iniziano la serie col piglio giusto, portandosi subito in vantaggio: Gara-2 si giocherà domani notte, ancora sul parquet degli Hawks.

Atlanta parte subito forte nel primo quarto, complice una cornice di pubblico entusiasmante, terminato con un parziale di +6 in favore degli Hawks. Lentamente però Cleveland prende le misure ai padroni di casa, chiudendo la prima frazione in perfetta parità sul 51-51. Nella ripresa sono LeBron James e J.R. Smith a fare la differenza: ‘mano calda’ per J.R. che mette a segno otto ‘bombe’ da tre punti, in particolare fra gli ultimi cinque minuti del terzo periodo ed i primi due dell’ultimo quarto ne arrivano ben cinque, una dietro l’altra, che demoliscono Atlanta. Nel mezzo ecco un grande King James, trascinatore assoluto, autore del cambio di passo decisivo per i suoi Cavs: per lui è la 52esima gara nei playoff chiusa con oltre 30 punti, 5 rimbalzi e 5 assist all’attivo.

Per gli Hawks vanificata la bella prova in cabina di regia per Jeff Teague, protagonista con 27 punti, ed ‘ansia’ per DeMarre Carrol, uscito a 5′ dalla fine per un problema al ginocchio. Costretto ad uscire dal campo, portato in braccio dallo staff di Atlanta, ora si attende il responso degli esami per capire l’entità dell’infortunio. Nel finale i padroni di casa non riescono a ricucire lo ‘strappo’ decisivo di Cleveland, lasciando spazio soprattutto nella metacampo difensiva, cosa da non ripetere assolutamente in Gara-2. Cavs ed Hawks torneranno ancora alla Philips Arena domani notte, in una finale di Conference che sembra già indirizzata verso il ‘Prescelto’.

  •   
  •  
  •  
  •