WNBA: la Boyd fa respirare New York, Magic Johnson non porta fortuna alle Sparks

Pubblicato il autore: Caterina Caparello Segui

WNBA Boyd

WNBA: prima vittoria delle New York Liberty, battuta Atlanta 73-64. Le Dream si svegliano troppo tardi, quando New York ha ormai messo le ali ai piedi: 11 rimbalzi offensivi e 27 difensivi per le ospiti, molto fallose le padrone di casa con 27 falli totali e 21 palle perse. Le Liberty puntano il loro gioco su Brittany Boyd18 punti e 5 rimbalzie Sugar Rodgers – 2-5 da 3, 17 punti e 4 assist. Poco da fare per Atlanta, che deve urgentemente correre ai ripari per la zona d’attacco e placare gli animi della Ajavon e della McCoughtry – che si beccano un fallo tecnico assieme all’aversaria Wright –: a nulla valgono le giocate di Angel McCoughtry con 17 punti, 4 assist e 5 rimbalzi, e di Romeeka Hodges con 12 punti e 3-7 da 3. GUARDA GLI HIGHLIGHTS NYL-ATL

Magic JohnsonUn’altra vittoria per Connecticut che si impone sulle Los
Angeles Sparks 76-68
. Sugli spalti di Los Angeles, Magic Johnson ha valutato l’andamento della sua squadra, rendendosi sicuramente conto di dover cambiare delle cose: le Sparks puntano più sulla difesa che sull’attacco, ottenendo 27 rimbalzi difensivi e solo 7 offensivi, 16 palle perse e 18 rubate. Sfortunate sì, ma con consapevolezza. Ottima la prestazione delle Sun che si affidano ad Alex Bentley con i suoi 21 punti, 5 rimbalzi e 2-6 bombe da 3. GUARDA GLI HIGHLIGHT LAS-CON

digginsAvanzano veloci le Tulsa Shock, sconfitte le capoliste Minnesota Lynx 86-78. Partita accesissima già dal 1Q, con parziali che si distanziano di pochissimi punti: 31 rimbalzi totali per le linci e 36 per Tulsa che aggrediscono di più la partita e le avversarie. Top scorer e Woman of the match: Skylar Diggins con 26 punti, 8 assist e 3-4 da fuori l’arco. Per Minnesota solo Rebekka Brunson con 18 punti e 9 rimbalzi. GUARDA GLI HIGHLIGHTS TUL-MIN

Ancora una sconfitta per Seattle che si trova in crisi nera, le Storm cedono ai colpi di Phoenix con bonneruna straordinaria DeWanna Bonner 84-72. Le padrone di casa sono poco incisive in attacco e pensano solo a difendere, ma a pallacanestro vince anche chi segna di più. Crystal Langhorne e Sue Bird tentano di salvare il salvabile ma senza successo: 13 punti e 7 rimbalzi la prima, 11 punti, una bomba da 3 e 8 assist per la Bird. Woman of the match è ancora lei, DeWanna Bonner con 23 punti e 8 rimbalzi, dietro di lei Candice Dupree con 15 punti e altrettanti 8 rimbalzi. Phoenix ingrana la quinta. GUARDA GLI HIGHLIGHTS PHO-SEA

LE PROSSIME PARTITE – il 24 giugno si sfideranno Los Angeles-Washington, mentre il 25 sarà la volta di Atlanta-Chicago, infine il 27 giocheranno Phoenix-San Antonio e Minnesota-Seattle.

  •   
  •  
  •  
  •