WNBA: Moore e Delle Donne in corsa per il titolo MVP. San Antonio Star fuori dalla zona Playoff

Pubblicato il autore: Caterina Caparello Segui

WNBA Moore

WNBA: mancano 15 giorni alla fine del campionato WNBA ed è tutto agli sgoccioli. Fuori dai playoff le San Antonio Star che concludono con 7 vittorie e 23 sconfitte, mentre un accesso sicuro lo hanno: New York, Chicago, Minnesota, Phoenix e Tulsa, le altre dovranno combattere fino all’ultimo canestro.

Classifica Eastern Conference: 1. New York Liberty 2. Chicago Sky 3. Indiana Fever 4. Washington  Mystics 5. Connecticut Sun 6. Atlanta Dream.

Classifica Western Conference: 1. Minnesota Lynx 2. Phoenix Mercury 3. Tulsa Shock 4. Los Angeles Sparks 5. Seattle Storm 6. San Antonio Star.

sophia young malcolmPer quanto riguarda la squadra di coach Hughes, saluta anche un elemento fondamentale del team: Sophia Young-Malcolm. La guardia delle Stelle, numero 33, ha deciso di appendere le scarpe al chiodo dopo ben 10 anni «Sono stati 10 anni fantastici – ha detto la tre volte vincitrice del WNBA All Star. Mi rendo conto di essere una vera privilegiata e non smetterò mai di ringraziare i tifosi, il mio team e i miei coaches per avermi dato la possibilità di giocare a questo sport che amo tantissimo. Sono davvero felice, mi ritirerò dal posto dove cominciai».

La Corsa per l’MVP – Con la fine del campionato, si avvicina sempre di più il momento della nomina MVP, ecco le contendenti: 1. Elena Delle Donne 2. Maya Moore 3. Brittney Griner 4. Tina Charles 5. Tamika Catchings 6. DeWanna Bonner 7. Angel McCoughtry 8. Nneka Ogwumike.

Risultati dal 25 al 29 agosto: Connecticut-Atlanta 57-71; Seattle-Indiana 81-79; Phoenix-Connecticut 81-80; Phoenix-Washington 63-71, Atlanta-Indiana 90-84, Minnesota-New York 68-61, Los Angeles-Tulsa 66-76, San Antonio-Seattle 69-83; Chcago-Atlanta 98-96, New York-Connecticut 66-80.

Risultati 30 agostoAvanza Tulsa con la sconfitta delle Fever 70-76. Ottima partita per entrambe le odyssey simssquadre che giocano sullo stesso livello, ma le Shock fermano il punteggio a loro favore: 89% tiri liberi, 14 assist, 27 rimbalzi totali e 41% tiri da tre. Woman of the Match: Odyssey Sims, la guardia di Tulsa mette a segno 30 punti, 5 assist e 2-4 canestri da tre. Peccato per Indiana e Tamika Catchings, ma nella sfortuna ha comunque fatto il suo figurone: 22 punti, 13 rimbalzi e 2-2 da tre. Tulsa si assicura un bel posticino ai playoff, non accadeva dal 2009. GUARDA GLI HIGHLIGHTS TUL-IND

Sconfitta amara per Chicago che cede alle Sun 72-68. Niente scesa in campo per Delle Donne e Pondexter, la favorita per il titolo di MVP ha accusato un infortunio al piede e ha preferito non giocare, pessima scelta. Connecticut approfitta della situazione: 25% da tre, 66% tiri liberi, 38 rimbalzi totali e 6 palle rubate. Via kelsey bonelibera quindi per Kelsey Bone, il centro delle Sun, che totalizza 25 punti e 8 rimbalzi, senza la difesa di Delle Donne; buona anche per la compagna Chelsea Grey, che realizza 15 punti, 9 rimbalzi e 2-3 da tre. Maluccio Chicago che sente la mancanza delle sue due più importanti giocatrici, per loro solo Courtney Vandersloot con 18 punti e 3 rimbalzi. Connecticut dovrà comunque stare attenta, poiché basta solo una sconfitta per essere fuori dalla zona playoff. GUARDA GLI HIGHLIGHTS CON-CHI

Terza vittoria per Minnesota su una Phoenix incredula 61-71 nella propria tana. Nonostante i 9 stopponi dispensati dalla feroce Brittney Griner, Maya brittney grinerMoore e le linci non hanno avuto pietà: 40% da tre, 90% tiri liberi, 41 rimbalzi totali e 10 palle rubate. La Moore si conferma in corsa per il titolo di MVP con 28 punti, 9 rimbalzi e 5 assist, dietro di lei Renee Montgomery con 15 punti e 2-3 da tre. Le Mercury vanno avanti solo grazie a DeWanna Bonner e i suoi 15 punti, seguita dalla Dupree (14) e dalla Griner (13). GUARDA GLI HIGHLIGHTS MIN-PHO

Vola via Los Angeles e va sempre più giù San Antonio 52-60. Protagonista Jantel Lavender con 24 punti e 9 rimbalzi, trascinando la squadra alla vittoria. jentel lavenderAssieme a lei, Kristi Toliver con 15 punti e 3-6 bombe da tre, mentre per San Antonio solo Jia Perkins muove veramente le acque: 15 punti e 6 rimbalzi. Ciao Ciao San Antonio. GUARDA GLI HIGHLIGHTS LAS-SAN

C’è ancora speranza anche per Seattle che abbatte Washington 69-59. Ijewell loydl trio formato da Jewell Loyd (18 punti), Crystal Langhorne (15) e Sue Bird (12) ha portato le Storm ad un’agognata vittoria: 91% tiri liberi, 30 rimbalzi totali, 22% da tre e 7 palle rubate. Amaro in bocca per Ivory Latta e i suoi 12 punti, che non riesce neanche stavolta a battere Seattle nel suo stadio dal 2005. GUARDA GLI HIGHLIGHTS SEA-WAS

Le partite dall’1 al 4 settembre: Atlanta-New York, Connecticut-Indiana; Washington-Phoenix; Chicago-New York, Tulsa-Seattle, Washington-Los Angeles; Indiana-Minnesota, Connecticut-San Antonio.

  •   
  •  
  •  
  •