WNBA: Tamika Catchings Seconda Marcatrice WNBA. Chicago e Seattle vanno knock out

Pubblicato il autore: Caterina Caparello Segui

WNBA Catchings

WNBA: Tamika Catchings, ala delle Indiana Fever, è diventata la seconda marcatrice nella storia della WNBA. La numero 24, MVP nel 2011, ha superato Diana Taurasi rubandole la seconda posizione dietro la capolista Tina Thompson – ex Seattle Storm e giocatrice delle Winnus Guri, squadra sudcoreana – portandosi a quota 6804 punti e 3079 rimbalzi.

Ma ecco la Top10 Marcatrici della WNBA: 1. Tina Thompson 7488 punti 2. Tamika Catchings 3. Diana Taurasi (6722) 4. Katie Smith (6452) 5. Lisa Leslie (6263) 6. Lauren Jackson (6007) 7. Cappie Pondexter (5845) 8. Becky Hammon (5841) 9. Katie Douglas (5563) 10. DeLisha Milton-Jones (5559).

Manca solo un mese alla fine del campionato di WNBA e i nomi per il titolo di Rookie of the Year iniziano a saltare fuori: 1. Jewell Loyd, numero 24 delle Seattle Storm e numero 1 nel Draft della WNBA 2015 2. Kiah Stokes, New York Liberty 3. Natalie Anchonwa, il centro delle Indiana Fever 4. Dearica Hamby, San Antonio Stars 5. Ramu Tokashiki, l’ala giapponese delle Seattle Storm.

Risultati dall’8 al 15 agosto: Seattle-San Antonio 81-88; Phoenix-Chicago 64-74, Connecticut-Washington 73-84, Atlanta-Tulsa 98-90, Los Angeles-Minnesota 64-72; Chicago-New York 63-84, Indiana-Washington 73-62, San Antonio-Minnesota 76-83, Seattle-Los Angeles 85-77; Tulsa-Connecticut 74-80, Seattle-Phoenix 66-83; New York-Connecticut 90-78, Minnesota-Atlanta 84-82, Chiacago-Seattle 94-84.

Risultati 16 agosto – Esultano le Atlanta Dream che asfaltano 90-77 le Connecticut Sun. Trascinate dalla solita Angel McCoughtry e dalla Rookie Reshanda Grey, l’ala di 1.92 ha messo a segno 18 punti e 6 rimbalzi, le Dream ottengono: 86% tiri liberi, 45% da 3, 29 rimbalzi totali e 11 palle rubate. Connecticut arranca solo grazie a Jennifer Lacy, Woman of the Match, che realizza 21 punti, 6 rimbalzi e 6-7 da 3. Il sole sta calando? GUARDA GLI HIGHLIGHTS ATL-CON

LacyCapitola Minnesota sotto i colpi di Washington 69-77. Non bastano Sylvia Fowles, Maya Moore e Lindsay Whalen a portare a casa la vittoria (rispettivamente con 15, 12 e 13 punti) e arrestare le magiche Mystics, nonostante il 1Q intenso e combattivo. Washington realizza: 88% tiri liberi, 35 rimbalzi totali, 6 stoppate e 7 palle rubate. Top Scorer la numero 12 di Washington, Ivory Latta, con 20 punti, 3-7 dall’arco e 3 rimbalzi, seguita da Kara Lawson (15 punti) e Stefanie Dolson (12 punti e 7 rimbalzi). GUARDA GLI HIGHLIGHTS WAS-MIN

Nonostante il trionfo a Seattle, Chicago lascia la vittoria alle Los Angeles Sparks parker64-76. Elena Delle Donne porta via 23 punti, 8 rimbalzi e 3-5 da tre, ma la sua forza e caparbietà devastante non è stata abbastanza poiché non ha fatto i conti con l’oste Candace Parker. La sorella di Tony ha realizzato 21 punti, 8 rimbalzi e 10 assist assieme ad un intelligente gioco di squadra: 18 assist, 34 rimbalzi e 7 palle rubate per Los Angeles. GUARDA GLI HIGHLIGHTS CHI-LAS

Indiana conquista il Talking Stick Resort Arena, sweet home delle Mercury, 75-63. Niente canestri importanti per Phoenix che, solo al 4Q, riesce ad andare in vantaggio nel parziale: 33 rimbalzi totali, di cui 7 offensivi, 3 palle rubate e 38% dei punti kizerper le Mercury. Una difesa aggressiva, a volte un po’ fallosa, per le Fever: 100% tiri liberi, 20% da tre, 37 rimbalzi totali e 20 falli. Woman of the Match Lynetta Kizer, centro di Indiana, con 19 punti e 4 rimbalzi, seguita dai 9 rimbalzi della Catchings a quota 4 punti. Solo 12 punti a testa per Brittney Griner e Candice Dupree, brutta gatta da pelare per coach Brondello. GUARDA GLI HIGHLIGHTS IND-PHX

Vittoria per San Antonio che espugna Seattle come un fulmine a ciel sereno 63-72. Le Storm fanno sul serio solo agli ultimi due quarti, quando ormai è troppo tardi: 77% tiri liberi, 37 rimbalzi e 3 stoppate. Peccato per le Rookies Loyd e Tokashiki mcbrideche giocano un’ottima partita guadagnando 18 e 13 punti, seguite da Sue Bird a quota 13 e 5 assist. Top Scorer la trascinatrice delle Stars Kayla McBride con 19 punti, 4 rimbalzi e 3-8 da tre punti. GUARDA GLI HIGHLIGHTS SAN-SEA

La Classifica – tutto procede bene per le Minnesota Lynx, capoliste della Western Conference: 1.  Minnesota 2. Phoenix 3. Tulsa 4. Los Angeles 5. San Antonio 6. Seattle. Per quanto riguarda, invece, la Eastern Conference: 1. New York Liberty 2. Indiana Fever 3. Washington Mystics 4. Chicago Sky 5. Connecticut 6. Atlanta.

Le partite dal 18 al 23 agosto: Phoenix-Tulsa, Indiana-Los Angeles; Washington-Minnesota, New York-San Antonio; Atlanta-New York, Connecticut-Tulsa, Minnesota-San Antonio, Washington-Chicago, Los Angeles-Phoenix, Indiana-Seattle; Los Angeles-San Antonio, Atlanta-Connecticut, New York-Indiana, Minnesota-Phoenix.

  •   
  •  
  •  
  •