Basket, Europei: un’Italia da sogno schianta la Spagna in un match epico

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

europei basket italia spagna

La classe cristallina di Gallinari. I giochi di prestigio del “Mago” Bargnani. Lo soicismo di un Marco Belinelli costretto praticamente a giocare su una sola gamba. E ancora: la ferocia di Gentile, le furbate di Aradori, la presenza in area di Cusin e la sapiente regia del duo Hackett-Cinciarini. C’è di tutto nella notte da sogno di Berlino: l’Italia si regala un’impresa di quelle che entrano nel gotha delle gare della storia degli Europei di basket, piegando quella spgna che ormai da un decennio fa la parte del leone a livello mondiale. Quel 98-105 in favore della banda di coach Pianigiani non rende bene l’idea dello spessore della performance azzurra: salutato capitan Datome per tutta la kermesse dopo l’infortunio all’adduttore, l’armata azzurra sprigiona sul parquet teutonico tutti i caalli del suo immenso talento. Grazie a un Bargnani ispirato e aun Gallo vero trascinatore, l’Italia resta a contatto nei primi due quarti e chiude a -3. Nella ripresa l’uomo della svolta si chiama Marco Belinelli, che infila canestri impossibili da ogni parte del campo. La Spagna non scherza, ha in Gasol un dioscuro autentico (34 punti e 10 rimbalzi alla fine), ma possesso dopo possesso perde fiducia. Gli arbitri non risparmiano un fallo alla pattuglia di Pianigiani, ma nelle battute finali il testosterone di Gentile e i canestri da campione vero di un immenso Gallinari consentono agli azzurri di lanciare un messaggio chiaro a tutte le contendenti continentali. Per avere la certezza aritmetica del passaggio del turno, serve una vittoria nelle rimanenti partite con Serbia e Germania. un successo consentirebbe a cinciarini e compagni di avere un accoppiamento più abbordabile anche nei quarti.

Il tabellino. Spagna-Italia 98-105

Spagna: Gasol 34, Rodriguez 4, Fernandez 7, Hernangomez 6, Ribas 9, Reyes 8, San emeterio 8, Mirotic 13, Llull 9.

Italia: Gallinari 29, Belinelli 27, Bargnani 18, Gentile 13, Aradori 11, Cusin 3, Hackett, Cinciarini, Melli 4.

 

  •   
  •  
  •  
  •