Euro basket 2015, Preview prima giornata quarti di finale

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

 

eurobasket 2015Si aprono subito con il botto i quarti di finale del campionato europeo di basket. Alle ore 18,30, nella prima giornata dedicata ai quarti di finale, scenderanno sul parquet Grecia e Spagna  in un match che rappresenta tra il meglio che possa offrire il basket continentale. E peccato che questo incrocio “ pericoloso” arrivi soltanto ai quarti di finale.  Le due  formazioni arrivano all’incontro di oggi con stati d’animo molto  simili seppur dopo una prima fase condotta diversamente. La Grecia è forte della sua fase a gironi condotta impeccabilmente, senza intoppi e sempre mostrando una netta superiorità rispetto alle rivali,  e nella quale ha espresso un gran bel basket. La Spagna, invece, si è ritrovata nelle ultime due partite dopo un inizio di Europeo in sordina ed è pronta a continuare la striscia positiva, aperta nel match contro la Germania.  Per la formazione iberica al momento uomo decisivo si è rivelato essere il “ vecchio” Pau Gasol, con i suoi 23 punti di media a partita e quasi otto rimbalzi catturati.  Rodriguez e Llull saranno chiamati ad una prova di carattere e d’esperienza contro i piccoli della Grecia che in fatto di qualità non sono secondi a nessuno. La Grecia, invece, ha dimostrato di essere una squadra totale riuscendo a mettere a referto quattro giocatori sopra i dieci punti di media a partita. Koufos potrebbe soffrire il duello fisico contro Gasol e per questa ragione saranno decisivi per i greci i  duelli di contorno che potranno risultare determinanti per l’esito di un match che alla vigilia appare senza un chiaro favorito. La Grecia ha, però, tra le sue armi anche una che ancora non ha pienamente brillato nel corso dell’Europeo. Giannis Antetokoumpo ha fatto vedere soltanto a sprazzi la propria classe e la propria forza e chissà se proprio contro la Spagna il talento greco riuscirà finalmente ad esplodere.  Negli ultimi cinque precedenti tra Spagna e Grecia  il bilancio vede avanti la Spagna con tre successi contro due degli ellenici.

Nell’altro quarto di finale di giornata il pronostico invece sembra essere già scritto. La Francia di Tony Parker affronterà la “ piccola” Lettonia, capace di eliminare agli ottavi di finale la Slovenia. I transalpini partono con i favori del pronostico e come potrebbe essere diversamente quando nel roster si hanno giocatori del calibro di Parker, Batum, Gobert, De Colo e compagnia varia.  Rispetto al passato la nazionale transalpina sta dimostrando in questi Europei una maggiore solidità mentale e  tattica, diretti splendidamente da Parker, che forse mai avevano mostrato in precedenza.  Rigore tattico e solidità difensiva sono i punti di forza della Francia che punta chiaramente alla finalissima. La Lettonia, invece, arriva ai quarti di finale con la leggerezza mentale di chi sa di aver già fatto anche oltre quelli che erano gli obiettivi iniziali.  Quattro vittorie e due sconfitte ( tra girone ed ottavi di finale) sono un bottino che i lettoni difficilmente pensavano di portare a casa prima dell’avvio della competizione continentale ed è per questo che il match di stasera vedrà la formazione baltica scendere sul parquet senza avere nulla da perdere e con la tranquillità necessaria per provare a fare lo sgambetto ai più quotati avversari.  Punto di forza della Lettonia è la difesa , ( la quarta di tutto l’Europeo per punti concessi) che cercherà anche contro la Francia di bloccare tutte le fasi di gioco della Francia. Per sognare l’approdo in semifinale i lettoni hanno bisogno della partita perfetta anche in attacco che fino ad ora si è poggiato totalmente sulle giocate di Bertans e Berzins. I precedenti tra Francia e Lettonia sono nettamente a favore dei transalpini. Negli unici tre precedenti giocati tra le due formazioni il bilancio è di tre vittorie della Francia.

  •   
  •  
  •  
  •