Euro basket, focus su Israele – Italia. Precedenti e punti di forza dei rivali dell’Italia

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

eurobasket 2015Superata a pieni voti la prima fase dell’Europeo di basket per l’Italia di coach Pianigiani adesso l’attesa è tutta sul match di domenica pomeriggio contro Israele che vale l’accesso ai quarti di finale della competizione continentale. Il buon cammino degli azzurri nella prima fase ha permesso all’Italia di finire in una parte di tabellone non del tutto ” proibitiva” ed in caso di vittoria contro Israele i rivali usciranno dalla sfida tra Lituania e Georgia. Prima di pensare ai quarti di finale, però, gli azzurri dovranno concentrarsi sul match di domenica contro un rivale che ha chiuso al secondo posto il gruppo A, dietro soltanto alla Francia. La formazione di Erez Edelshtein ha il proprio punto di forza nel capitano Omri Casspi, migliore giocatore di Israele nella fase a gironi.  L’ala dei Sacramento Kings ( e futuro compagno di squadra dell’azzurro Marco Belinelli) ha chiuso la prima fase con 18,5 punti di media ( 4° miglior giocatore in assoluto), con percentuali al tiro del 50%.

La forza di Casspi, oltre che nell’apporto offensivo, risiede nella grande presenza che il 27enne riesce a garantire in fase difensiva grazie ai suo 7,3  rimbalzi catturati in media in difesa che lo pongono come miglior giocatore dell’Europeo in questo fondamentale.  Oltre a Casspi l’Italia dovrà guardarsi da altri due giocatori, in particolare, Mekel ed Eliyahu che hanno supportato ottimamente l’impatto offensivo di Casspi.  I precedenti tra Israele ed Italia parlano sempre di gare tirate, giocate sul filo del rasoio. Nelle ultime cinque sfide il bilancio parla di 3 vittorie israeliane e 2 italiane. L’ultimo confronto tra le due nazionale è nell’Europeo del 2013  ed in quel caso la vittoria andò ad Israele con in punteggio di 78 a 74.

  •   
  •  
  •  
  •