Europei basket 2015: i voti agli azzurri per la prima fase

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

europei basket 2015 gallinari

La prima fase degli europei basket 2015 si è conclusa ieri. L’Italia si è qualificata agli ottavi di finale e affronterà Israele. In attesa della partita di domenica diamo i voti agli azzurri per quanto riguarda la fase a gironi.
Danilo Gallinari voto 10: esageriamo dando al Gallo il massimo dei voti? Assolutamente no! L’ala dei Nuggets è tra i migliori giocatori di tutti gli europei basket 2015. Nella sconfitta contro la Turchia ha segnato 33 punti, contro la Spagna 29, contro la Germania ha segnato 25 punti compreso il canestro del pareggio a 3 secondi dal termine dei regolamentari e i punti decisivi nell’overtime. Anche contro la Serbia non si è tirato indietro con 14 punti in 23 minuti sul parquet.

Marco Belinelli voto 10: non doveva giocare contro la Spagna perché infortunato e invece ha chiuso con 27 punti (25 nel solo primo tempo). Contro la Germania è andato male per tre quarti ma è stato decisivo segnando 14 punti tra ultima frazione e overtime. Contro i tedeschi ha chiuso il match grazie alla tripla del +5 a 25 secondi dal termine. Poche storie: se la palla scotta il Beli non ha paura di prendersi responsabilità.
Andrea Bargnani voto 7,5: gli europei basket 2015 del Mago sono cambiati a partire dal match contro la Spagna. Se contro l’Islanda era stato bocciato (solo 10 minuti in campo), contro gli iberici coach Pianigiani gli ha dato fiducia schierandolo in quintetto e il lungo dei Nets ha risposto presente chiudendo con 18 punti. Da lì non si è più fermato: 17 punti contro la Germania e 17 contro la Serbia. Anche in difesa sta giocando molto bene dimostrando un grande attaccamento alla maglia azzurra.

Pietro Aradori voto 7,5: gli europei del neo-acquisto di Reggio Emilia sono iniziati con i 5 punti decisivi nel finale contro l’Islanda. Da lì in poi il bresciano è stato preziosissimo non solo con i punti ma anche sotto i tabelloni. Come dimenticare i due rimbalzi offensivi catturati nel finale contro la Germania?
Andrea Cinciarini voto 6,5: ovvero la media tra il 5 delle prime partite e il 7 delle ultime due. Si perché contro la Germania il Cincia ha segnato un canestro importantissimo nel finale che lo ha definitivamente sbloccato (oltre alla gran difesa fatta sullo scatenato Schroder). Contro la Serbia è stato produttivo anche in attacco con 11 punti.
Alessandro Gentile voto 8,5: in questi europei basket 2015 si sta consacrando come uno dei migliori esterni in Europa. Fisicamente è inarrestabile, contro l’Islanda ci ha fatto vincere (quasi) da solo realizzando 21 punti. Gioca sempre al massimo e non si risparmia mai: un esempio da seguire.

Daniel Hackett voto 6: in attacco sta facendo molta fatica ma questo era preventivabile visto che l’ex Milano ha bisogno di avere molto la palla in mano, cosa impossibile in una nazionale piena di talento come la nostra. Nonostante ciò non fa mai mancare il suo apporto in difesa.
Niccolò Melli voto 5,5: sta avendo molti problemi a gestire i falli. In difesa è un leone ma viene quasi sempre schierato da centro (come ala forte c’è il Gallo) e dovendo battagliare con centri molto più grossi di lui finisce per fare molto fatica. Resta in campo per soli 9.8 minuti di media.
Marco Cusin voto 6: non fa mai mancare il suo apporto fatto sopratutto di blocchi per il pick and roll. Dalla partita con la Spagna ha perso il posto in quintetto e si deve dividere i minuti di centro di riserva con Melli. Gioca 9.2 minuti di media a partita.

Achille Polonara e Amedeo Della Valle n.g: i due talenti di Reggio Emilia hanno giocato solamente 18 minuti totali equamente divisi. Troppo poco per essere giudicati. Restano una componente molto importante del gruppo azzurro.
Gigi Datome 7: il più sfortunato di tutti. I suoi europei basket 2015 sono terminati dopo il match contro l’Islanda a causa del riacutizzarsi dell’infortunio all’inguine che gli aveva fatto saltare il torneo di Trieste. Davvero un peccato.

  •   
  •  
  •  
  •