Risultati NBA 18 novembre: Belinelli, Bargnani e Gallinari ko, Nowitzki trascina Dallas (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

risultati nba 18 novembreSilenziosi, quasi felpati, i poco quotati Indiana Pacers si fanno largo ad Est: con un record di 7-5 Paul George e compagni sono in piena zona playoff e gara dopo gara danno sempre maggiori segnali di solidità. Il merito è proprio della loro stella: il suo infortunio alla vigilia dei mondiali spagnoli del 2014 è ancora nella mente di tutti, e vederlo “scherzare” oggi contro la difesa di Philadelphia (34 per lui) è un piacere per gli occhi. Il successo sui 76ers per Indiana è netto e indiscutibile (85-112) e la voglia di playoff del loro capobastone pure. Altro giocatore che, come il buon vino, diventa sempre più delizioso col passare degli anni, è Dirk Nowitzki: è il 36enne tedesco (23 punti) il grande artefice della arrembante rimonta di Dallas sul parquet di Boston (102-106): in chiave post season, per i ragazzi di coach Carlisle si tratta di una vittoria pesantissima.

Italiani, polveri bagnate. Nottata di tiro al piccione per i tre alfieri azzurri della Nba. Ad Atlanta, Sacramento interrompe la sua striscia di vittorie incagliandosi contro la difesa di travertino degli Hawks (103-97). Per Marco Belinelli soltanto 8 punti con 3/8 al tiro, mentre nel team della Georgia spicca Millsap con 23 punti e 16 rimbalzi. Non va meglio ad Andrea Bargnani: anche per lui 8 punti in 12 minuti nel ko dei Brooklyn Nets sul campo dei non insormontabili Charlotte Hornets (116-111), trascinati dal solito immenso transalpino Nicholas Batum (24). Per il Mago la magra consolazione di un minutaggio finalmente in risalita. Infine, torna sulla terra Danilo Gallinari dopo l’eccezionale prova dell’altra notte (9 con 2/10 dal campo): troppo attrezzati i San Antonio Spurs per i Denver Nuggets odierni. In Texas finisce 109-98 con un Parker praticamente perfetto (25 con 9 assist) e l’impressione che gli “speroni” nemmeno spingano a tutta.

Harden e Westbrook show. Nella prima gara senza Kevin McHale in panchina, guarda caso James Harden ritrova una serata da MVP: il barba mette a referto 45 punti nel successo dei suoi Houston Rockets sui Portland Trail Blazers (108-103): ai “razzi” serve comunque un overtime per piegare la tenace resistenza di Lillard (23) e soci. Premiata la scelta di Bickerstaff di preferire l’esperto Terry in regia al bizzarro Lawson. Prestazione ancora maiuscola anche per Russell Westbrook (43 punti con 8 assist) nel ritorno al successo degli Oklahoma city Thunder contro gli sgangherati New Orleans Pelicans (110-103), ai quali non basta l’inatteso exploit di Anderson (30 alla fine per lui): la squadra della Louisiana è in crisi di identità seria.

Bulls corsari, Jazz concreti. Senza Derrick Rose, i Chicago Bulls veleggiano che è un amore: sul parquet di Phoenix i “tori” colgono un pesante successo ai fini della graduatoria a Est grazie a un indemoniato Jimmy Butler (32) e a un ritrovato Noah (11 rimbalzi): in Arizona finisce 97-103 e per i rossoneri è un ottimo segnale in vista delle dure sfida che li attendono a Ovest. Continuano a marciare a fari spenti ma a grande velocità anche gli Utah Jazz, i quali superano di misura i Toronto Raptors (93-89) grazie alla spinta esplosiva di Derrick Favors, autore di 18 punti uniti a 11 rimbalzi: se la stagione si concludesse oggi, i Jazz sarebbero qualificati per i playoff nella complicatissima western conference.

I risultati Nba della notte e gli highlights della grande rimonta di Dallas sul campo di Boston.

Utah Jazz – Toronto Raptors: 93-89

Phoenix Suns – Chicago Bulls: 97-103

Houston Rockets – Portland T. Blazers: 108-103

San Antonio Spurs – Denver Nuggets: 109-98

Oklahoma City Thunder – New Orleans Pelicans: 110-103

Philadelphia 76ers – Indiana Pacers: 85-112

Boston Celtics – Dallas Mavericks: 102-106

Atlanta Hawks – Sacramento Kings: 103-97

Charlotte Hornets – Brooklyn Nets: 116-111

  •   
  •  
  •  
  •