Risultati NBA 4 dicembre: Cleveland scivola ancora, ai Knicks il derby di New York (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

risultati nba 4 dicembreAhia. Se senti tuonare, sai che da qualche parte piove. Arriva un’altra scoppola per i Cleveland Cavaliers: stavolta in Louisiana (dopo un overtime), sul parquet dei New Orleans Pelicans (114-108). Non basta un Lebron James versione super robot da 37 punti e 8 assist per avere ragione di una New Orleans per una sera meno pasticciona e con il solito Anthony Davis martellante sia in post alto che in post basso: la prima scelta del draft 2012 ne infila 31 con 12 rimbalzi. In casa Cavs cominciano a essere diverse le cose che non vanno: in attacco la squadra spesso va in tilt e deve pensarci sempre il “23”, mentre sotto i cristalli Thompson e Love soffrono da soli senza l’ausilio del lungagnone russo Mozgov. Nulla di irreparabile, ma i buffetti cominciano a essere parecchi in questo finale di autunno.

Rockets, finalmente. Tra i risultati della notte, spicca il brillante successo degli Houston Rockets nel derby texano sul campo dei Dallas Mavericks: James Harden parte male e tira male, ma nel finale concitato infila quei canestri decisivi che consentono ai “razzi” di portare a casa la parte buona del referto (96-100). Per il “barba” sono 25 i punti, mentre per i Mvs il migliore è ancora il redivivo Deron Williams autore di 22 punti con 6 assist. E’ invece Carmelo Anthony il mattatore del derby più atteso della nottata, quello della Big Apple tra New York Knicks e Brooklyn Nets (108-91): il talento da Syracuse University ne infila 28 e già dall’avvio di gara spiana la strada al Madison ad una facile vittoria dei suoi. Per i Nets serata decisamente no, col solo Brook Lopez (21) a provare ad arginare la piena Knicks. Da segnalare i 19 punti con 10 rimbalzi del lettone Porzingis, sempre più in lotta per il premio di matricola dell’anno.

Detroita bene, Lakers un po’ meno. Serata da dimenticare per Kobe Bryant e i Los Angeles Lakers. Sul parquet di Atlanta i gialloviola non entrano mai in partita e gli Hawks hanno vita facile a condurre in porto il successo (100-87). Per il Black Mamba sono 14 i punti a referto ma con tanti errori al tiro: un po’ di stanchezza si comincia a far sentire dopo una settimana di impegni serrati, come ha ammesso lui stesso al termine del match. Nei Lakers il migliore è il guizzante Lou Williams, autore di 18 punti, mentre nelle file di Atlanta il dominus è sicuramente Al Horford con 16 punti e 8 rimbalzi. Prova di forza invece davanti al proprio pubblico per i Detroit Pistons: con 17 punti e 23 rimbalzi di un tiranneggiante Andre Drummond, il team della Motor City supera i coriacei Milwaukee Bucks (102-95) in una partita molto delicata per gli equilibri della Central Division. Nei Pistons, decisivo in attacco l’ex Phoenix Morris, autore di 23 punti, mentre per Milwaukee Kris Middleton (21) predica nel deserto e gli uomini di coach Jason Kidd sembrano non riuscire proprio a vedere la luce in fondo al tunnel di una crisi che ormai dura da tre settimane. Senza una sterzata decisa, la stagione dei Bucks rischia di risultare compromessa già per Natale. Successo di misura infine per i Washington Wizards sui Phoenix Suns (109-106): nella capitale l’emergenza lunghi continua ad avere la spia color rosso carminio, tanto che anche Marcin Gortat ha dovuto fare ritorno in Polonia per un problema familiare in settimana. Nonostante questo ci pensa Bradley Beal (34) a trivellare la difesa spenta dei Suns, al loro 4° ko consecutivo e in fase involutiva durante questa tornata di gare disputate a Est. Tra i ragazzi dell’Arizona si salva solo Bledsoe (22 punti).

Sotto il recap del derby di New York tra Knicks e Nets.

https://www.youtube.com/watch?v=-4P5oDWPBvY

  •   
  •  
  •  
  •