Basket Serie A: Pistoia-Pesaro 77-75

Pubblicato il autore: Andrea Chiavacci Segui

Pistoia-Pesaro 2
Pistoia
fa soffrire non poco i propri tifosi ma alla fine riesce a spuntarla  dopo una partenza shock contro Pesaro che mette a segno un clamoroso 0-16. Pesaro da tre domina nel primo tempo, poi Pistoia si ricorda di non essere in alto per caso e inizia a difendere e a segnare. Un po’ di confusione comunque  nella squadra di Esposito che però ha il merito di non mollare e di mettere a segno il sorpasso decisivo con i liberi di Kirk e Moore autore di 16 punti.  Pistoia torna al secondo posto con Trento e Reggio Emilia. Onore comunque alla Consultinvest Pesaro trascinata dai 25 punti di Darren Daye ma resta sempre ultima assieme a Torino e Capo D’Orlando.
Pubblico delle grandi occasioni al Palacarrara di Pistoia con circa 3.500 tifosi per il posticipo della diciottesima giornata con i tifosi di casa che riabbracciano la squadra dopo il successo di Brindisi e la sosta per l’all star game dove il centro Alez Kirk è stato premiato come miglior giocatore. Parte a razzo  Pesaro che sorprende Pistoia nei primi 2″06 con un parziale clamoroso di 16-0 grazie ad un Daye implacabile da due e alle triple di Lacey e Shepherd. Pistoia si sblocca solo dopo 4 minuti abbondanti con una schiacciata di Knowles e un colpo sotto misura di Kirk . Pistoia prova a tornare sotto con Moore ma Pesaro chiude il primo quarto avanti 22-11. Il secondo quarto comincia con la Giorgio Tesi ancora imprecisa soprattutto nei liberi dove Czyz fa 0 su 2. Pistoia inizia a segnare da due con Lombardi e Kirk ma la differenza Pesaro la fa mettendo a segno ben sette triple due volte con Lacey e Lombardi e tre con Daye che battibecca un po’ con il pubblico. Si chiude il primo tempo con Pesaro avanti 42-28.
Nel Basket però nulla è perduto a metà gara così dopo l’intervallo lungo Pistoia entra in campo trasformata almeno a livello di concentrazione.  Blackshear e soprattutto  tre bombe di Moore  in appena 2’22” riportano i padroni di casa a -6. Si sveglia Antonutti che mette a segno le due triple del -3. Pesaro nonostante il quinto fallo per Lydeka  tiene botta e chiude sempre avanti il terzo parziale per 61-56 malgrado Pistoia piazzi due colpi con Blackshear e Moore. Nell’ultimo quarto si viaggia punto a punto con Blackshear che firma il primo vantaggio Pistoia a 8′ 22″ dal termine. Quinto fallo anche per Christon quando siamo sul 64 pari. Daye firma il nuovo vantaggio di Pesaro con un tiro da due dopo una fase contrassegnata da tanti errori da una parte e dall’altra. Dopo due liberi di Kirk è Antonutti a 2’45 dal termine ha mettere a segno la tripla del + 5. Pesaro però non molla e torna -1 con i liberi di Lacey e Candussi. A 21″ dal termine nuovo sorpasso ospite con Shepherd che agguanta un rimbalzo nell’ingenua difesa pistoiese. Kirk si guadagna due liberi che mette a segno e firma un nuovo sorpasso. Stavolta Pistoia difende e va ancora a segno con uno su due dalla lunetta di Moore.  Pesaro prova il tiro della disperazione con Daye ma  la palla si infrange sul tabellone al suono della sirena. Fa festa il Palacarrara alla vigilia di un altro impegno casalingo nello scontro diretto contro Trento di domenica prossima.
PISTOIA 77
PESARO 75
( 11-22, 17-20, 28-19, 21-14)
PISTOIA: Knowles 2, Czyz 14, Blackshear 10, Moore 16, Kirk 14( Antonutti 11, Lombardi 8, Filloy 2). Coach: Esposito.
PESARO: Shepherd 14, Lacey 15 , Christon 6, Daye 25 , Lydeka 2 ( Gazzotti 4, Candussi 2, Ceron 7). Coach: Paolini.
Arbitri: Lo Guzzo, Bettini, Nicolini).

  •   
  •  
  •  
  •