Risultati NBA 1 gennaio: Bulls a valanga sui Knicks, Lakers ok anche senza Kobe (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli

risultati nba
Inizia sulle uova il 2016 dei Chicago Bulls: contro gli spaesati New York Knicks, i ragazzi di coach Hoiberg hanno vita facilissima (108-81). Il trascinatore, neanche a dirlo, è Jimmy Butler che mette a referto 23 punti, ben spalleggiato da Mirotic e Gasol entrambi a quota 17. Nella formazione ospite, è buio pesto: c’è il solo Carmelo Anthony (20) a provarci, ma senza troppo costrutto a dire il vero. Dopo una settimana natalizia da tregenda, i Bulls si sono decisamente risollevati a cavallo del Capodanno e ora guardano con maggiore fifucia un ranking che nell’incerto Est li vede ora al terzo posto. Continuano a dare impressione di grande solidità a Est anche i Toronto Raptors, vittoriosi nella prima gara Nba dell’anno per 104-94 contro gli Charlotte Hornets, sorpresina d’autunno ma ora in deciso calo di rendimento. A suonar la carica nel team canadese è sempre lui, Demar DeRozan, uno che se non giocasse nei sempre poco citati Raptors verrebbe annoverato tra i papabili al titolo di MVP: per lui 23 punti e tanta sostanza. Per gli Hornets, si salva il solito funambolico Kemba Walker (18), ma preoccupa e non poco la crisi del francese Batum, letteralmente cancellato dal campo proprio da DeRozan.

Leggi anche:  Serie A Basket 2022-23, dove vedere le partite di campionato: Eurosport, Eleven Sports e DMAX?

Miami, bel gancio destro. La notte Nba sorride anche ai Miami Heat, che rifilano un sonora batosta ai Dallas Mavericks (106-82). La novità principale riguarda la difesa, dove i ragazzi della florida palesano un insolito desiderio di render la vita difficile all’avversario. Al resto pensa Hassan Whiteside, che con una prestazione da 25 punti e 19 rimbalzi lancia un messaggio chiaro a chi tra un mesetto circa diramerà i convocati per l’All Star Game. Nei Mavs invece c’è poco da salvare: la serata è di quelle no e il veterano Nowtizki lo capisce subito cercando di preservarsi in attesa di tempi migliori. A Los Angeles, è Lou Williams (24) a guidare i Lakers al successo contro i Philadelphia 76ers (93-84): senza Kobe Bryant, i californiani riescono comunque a spuntarla nella sfida tra le due peggiori squadre della Lega. Il menù della notte si chiude con una performance da mille e una notte di John Wall, che con 24 punti e 13 assist guida i Washington Wizards al successo contro gli Orlando Magic per 103-91: per i capitolini risalire la china a Est è compito improbo, ma il loro leader ci proverà comunque.

Leggi anche:  Serie A Basket 2022-23, dove vedere le partite di campionato: Eurosport, Eleven Sports e DMAX?

Sotto il recap della sfida tra Lakers e Sixers.

https://www.youtube.com/watch?v=moTd8k7Uxr8

  •   
  •  
  •  
  •