Risultati NBA 1 gennaio: Bulls a valanga sui Knicks, Lakers ok anche senza Kobe (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

risultati nba
Inizia sulle uova il 2016 dei Chicago Bulls: contro gli spaesati New York Knicks, i ragazzi di coach Hoiberg hanno vita facilissima (108-81). Il trascinatore, neanche a dirlo, è Jimmy Butler che mette a referto 23 punti, ben spalleggiato da Mirotic e Gasol entrambi a quota 17. Nella formazione ospite, è buio pesto: c’è il solo Carmelo Anthony (20) a provarci, ma senza troppo costrutto a dire il vero. Dopo una settimana natalizia da tregenda, i Bulls si sono decisamente risollevati a cavallo del Capodanno e ora guardano con maggiore fifucia un ranking che nell’incerto Est li vede ora al terzo posto. Continuano a dare impressione di grande solidità a Est anche i Toronto Raptors, vittoriosi nella prima gara Nba dell’anno per 104-94 contro gli Charlotte Hornets, sorpresina d’autunno ma ora in deciso calo di rendimento. A suonar la carica nel team canadese è sempre lui, Demar DeRozan, uno che se non giocasse nei sempre poco citati Raptors verrebbe annoverato tra i papabili al titolo di MVP: per lui 23 punti e tanta sostanza. Per gli Hornets, si salva il solito funambolico Kemba Walker (18), ma preoccupa e non poco la crisi del francese Batum, letteralmente cancellato dal campo proprio da DeRozan.

Miami, bel gancio destro. La notte Nba sorride anche ai Miami Heat, che rifilano un sonora batosta ai Dallas Mavericks (106-82). La novità principale riguarda la difesa, dove i ragazzi della florida palesano un insolito desiderio di render la vita difficile all’avversario. Al resto pensa Hassan Whiteside, che con una prestazione da 25 punti e 19 rimbalzi lancia un messaggio chiaro a chi tra un mesetto circa diramerà i convocati per l’All Star Game. Nei Mavs invece c’è poco da salvare: la serata è di quelle no e il veterano Nowtizki lo capisce subito cercando di preservarsi in attesa di tempi migliori. A Los Angeles, è Lou Williams (24) a guidare i Lakers al successo contro i Philadelphia 76ers (93-84): senza Kobe Bryant, i californiani riescono comunque a spuntarla nella sfida tra le due peggiori squadre della Lega. Il menù della notte si chiude con una performance da mille e una notte di John Wall, che con 24 punti e 13 assist guida i Washington Wizards al successo contro gli Orlando Magic per 103-91: per i capitolini risalire la china a Est è compito improbo, ma il loro leader ci proverà comunque.

Sotto il recap della sfida tra Lakers e Sixers.

  •   
  •  
  •  
  •