Risultati NBA 20 gennaio: Golden State a valanga, Belinelli ‘vede’ i playoff (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

risultati nba
Programma folto di gare nella notte Nba. Con 25 punti di Steph Curry e 20 di Klay Thompson, i Golden State Warriors rullano letteralmente i Chicago Bulls sul loro campo (94-125), offrendo ancora una volta una prova di forza e di gioco impressionante. Non c’è praticamente mai partita nell’Illinois: ai Bulls serve a poco un ritrovato Derrick Rose (29). I Warriors in questa fase sembrano venire da Marte: basta un parzialone di 27-8 in avvio di gara e il gioco per i campioni in carica è fatto. Rispondono però colpo su colpo gli Oklahoma City Thunder, che senza troppo sudore schiantano gli Charlotte Hornets (109-95) prendendosi la vittoria n° 21 nelle ultime 25 uscite. In attacco i Thunder vanno che è un piacere con il solito Durant autore di 26 punti, ma ora si comincia a intravedere più verve anche nella metà campo difensiva: segnale importante, nella corsa al vertice della western conference. Charlotte dal canto suo fa quel che può: per Kemba Walker (21) e soci è il decimo ko nelle ultime 12 partite. L’impressione è che li vedremo sprofondare in zona lotteria avanti di questo passo. OKC si gode la doppia doppia di Adams, sempre più un fattore in vernice.

Leggi anche:  Basket, Italia-Macedonia del Nord streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022

Belinelli “vede” i playoff. Successo cruciale per la stagione dei Sacramento Kings, che espugnano lo Staples Center di Los Angeles piegando i Lakers per 93-112. Con 36 punti e 16 rimbalzi, Demarcus Cousins gioca un match da MVP e lancia con forza i suoi con la complicità di Rajon rondo, che chiude la nottata con 17 assist. Per Marco Belinelli 6 punti a referto. Nelle file gialloviola sono 15 i punti di Kobe Bryant, ma nei Lakers il mordente non c’è e pensare di arginare un Cousins così è impossibile. Se ai Lakers c’è un problema di stimoli, lo si sente ancor più forte nella costa Est in casa Brooklyn Nets, maltrattati a domicilio dai Cleveland Cavaliers (78-91) trascinati da un maiuscolo Kevin Love da 17 punti e 18 rimbalzi. Per Lebron James e compagni è tutto facile: i Nets in difesa sembrano un’armata brancaleone, in attacco se vogliamo anche peggio. Per Bargnani prova incolore: 4 punti in 13 minuti.

Leggi anche:  Marco Belinelli alla Virtus Bologna: clamoroso ritorno in patria. Ecco i dettagli dell'affare

Dallas e New York, overtime vincenti. Serve un supplementare ai Dallas Mavericks per avere ragione dei volitivi Minnesota Timberwolves (106-94) grazie a un rinfrancato Chandler Parsons da 30 punti e 8 rimbalzi. Nei Wolves torna a brillare il rookie Towns con 27 punti e 17 rimbalzi, ma per loro si tratta della sconfitta n° 15 nelle ultime 17 partite. Affossano invece le speranze dei post season degli Utah Jazz i New York Knicks (118-111): sotto per tutta la gara, il team della Grande Mela acciuffa l’overtime grazie a un Carmelo Anthony in serata sì (30 punti, 9 rimbalzi e 7 assist). Fanno invece un deciso passo indietro nella corsa ai playoff i Portland Trail Blazers, che cadono in casa contro i solidi Atlanta Hawks per 98-104. Non basta un immenso McCollum da 28 punti: gli Hawks sono più squadra e la spuntano col duo Bazemore.Millsap (23 punti a testa).

Leggi anche:  Basket, Italia-Macedonia del Nord streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022

Washington, che rumba. Netto successo per i Washington Wizards contro i Miami Heat (106-87): il ritorno di Bradley Beal (18) di fatto apre la disperata rincorsa della squadra capitolina per un posta nei playoff a Est, impresa ancora fattibilissima. Momento critico per Miami: senza Wade, Deng e Whiteside è veramente dura. E’ il rookie Okafor (20 punti) a regalare un altro successo alla cenerentola Philadelphia 76ers sul parquet di Orlando (97-106): i Magic sono in caduta libera in questo gennaio nonostante un ottimo Payton (21). Chiude il quadro notturno la vittoria dei Toronto Raptors sui Boston Celtics (115-109): ancora una volta immenso DeRozan (34 punti).

Il recap della sfida tra Lakers e Kings.

  •   
  •  
  •  
  •