Risultati NBA 9 gennaio: Atlanta “rulla” Chicago, Curry schianta Sacramento (VIDEO)

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

risultati nba
Contro questi Golden State Warriors, non c’è proprio trippa per gatti. I campioni in carica rullano letteralmente i Sacramento Kings nel derby californiano (116-128) e danno un’ennesima dimostrazione di forza al mondo intero: il team della Bay Area ora ha un record di 35 vinte e 2 perse in stagione. Avanti di questo passo, anche il record impressionante dei Bulls di Jordan (72-10) è alla portata. Ma tant’è: Sacramento ci prova ad arginare la furia dei Warriors, ma uno Steph Curry magistrale da 38 punti spegne qualsivoglia velleità nei ragazzi di George Karl. Discreta prova per Marco Belinelli, che mette insieme 13 punti in 32 minuti: i Kings hanno anche un Cousins da 33 punti e 10 rimbalzi, ma Golden State allo stato attuale è a un livello inarrivabile per chiunque. A tenere i ritmi forsennati di Curry e banda, al momento, ci sono solo i Los Angeles Clippers, giunti alla loro ottava vittoria consecutiva contro i calanti Charlotte Hornets (97-83): ancora una volta, la “carrozza” californiana è saldamente nelle mani di Chris Paul, autore di una prova da 25 punti e 7 assist. E’ lui insieme a Crawford (19) a spianare la strada ai Clippers. Negli Hornets, non bastano i 26 di un ispirato Jeremy Lin: Charlotte è ormai la lontana parente della squadra arrembante che a cavallo tra novembre e dicembre aveva impressionato tutto il mondo del basket. Clippers ispirati: c’è da chiedersi cosa accadrà quando coach Rivers ritroverà Blake Griffin, senza il quale la sua formazione sta giocando decisamente meglio.

Leggi anche:  NBA: dopo 15 anni JJ Redick si ritira

Brooklyn, che disastro. Gioca solo pochi minuti e porta a casa 2 punti Andrea Bargnani nella disfatta dei Brooklyn Nets sul parquet dei Detroit Pistons (103-89): sono Drummond e Jackson (23 punti a referto per tutti e due) a regalare ai Pistons il terzo urrà in fila, ma c’è da dire che i Nets fanno quasi tenerezza per quanto sono brutti da vedere in campo. Percentuali di tiro da tregenda e difesa tutt’altro che guerrafondaia: l’armata brancaleone di coach Hollins sta riscrivendo ogni canone di bruttezza della pallacanestro moderna. Peggio persino dei Philadelphia 76ers, che sono e restano la cenerentola della Lega ma che contro i Toronto Raptors almeno ci provano: nella città dell’amore fraterno finisce 95-108 per i canadesi, trascinati dalla prova solidissima di Kyle Lowry (25) e dal solito immancabile apporto di DeMar DeRozan (19). Nei Sixers benissimo Smith (28) e Okafor (19): se lo spirito di Phila rimane questo, non sta scritto da nessuna parte che questa compagine debba per forza far peggio delle peggiori squadre che la Nba ricordi. A proposito di team in difficoltà: si rivedono anche i Washington Wizards che espugnano il campo degli Orlando Magic (99-105) con la spinta di John Wall, che fattura 24 punti e 10 assist. I Magic non sfruttano l’ennesima prestazione maiuscola di Vucevic (23): con ogni probabilità, né la formazione della Florida né quella della Capitale quest’anno riusciranno a centrare la post season alla fine. Il terreno per smentire questa previsione c’è, ma le assenze sono una zavorra insormontabile per i Wizards e l’inesperienza il vero freno a mano dei Magic. Staremo a vedere: di certo sin qui i primi stanno deludendo mentre i secondi sono oltre ogni attesa. Tornano a vincere gli Utah Jazz, che con 34 punti di Gordon Hayward affossano i Miami Heat (98-83), ai quali non basta il solito granitico Chris Bosh (24): i Jazz nonostante le assenze riescono a sfangarla con ampie dosi di testosterone. Infine, il vero match clou della notte: gli Atlanta Hawks si prendono lo scalpo dei Chicago Bulls senza colpo ferire (120-105) con un Al Horford (foto) formato maxi (33 punti e 10 rimbalzi). Una prova di grande verve agonistica per gli Hawks, contro il team forse più in forma del momento.

Leggi anche:  Lega Basket seria A: la Virtus Bologna vince la Supercoppa italiana

Sotto il recap della sfida tra Warriors e Kings.

https://www.youtube.com/watch?v=aXYQEY15S5I

  •   
  •  
  •  
  •