Basket Under18: a Mannheim le stelle del futuro. Italia difende il titolo 2014

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui

logo_fip

Il gotha mondiale della pallacanestro Under 18 si ritrova a Mannheim, in Germania, per la 28esima edizione del torneo internazionale «Albert Schweitzer». Si alza il sipario sabato 26 marzo su quello che, dagli addetti ai lavori, è riconosciuto come un vero e proprio Mondiale della categoria Under 18. L’Italia proverà a difendere il titolo conquistato due anni fa (quarto trionfo dopo quelli nel 1966, 1969, 1983 e appunto 2014) a partire dall’esordio contro la Cina.

Dal 26 marzo al 2 aprile saranno 12 i giocatori classe ’98 e ’99 che scenderanno in campo sulle orme di Federico Mussini (ex Reggio Emilia oggi alla St John’s University di New York, inserito nel miglior quintetto dell’ultima manifestazione). A guidare gli azzurrini ci sarà ancora il commissario tecnico Andrea Capobianco: «Abbiamo lavorato bene in questo raduno di Bologna, sono molto soddisfatto dell’atteggiamento dei ragazzi. Ovvio il rammarico per aver perso giocatori importanti come Oxilia, Baldasso e Toffali, ma chi è stato chiamato ha dato tanto e dimostrato di poter giocare ad alto livello. Andiamo in Germania da detentori del titolo sapendo quello che ci aspetta e che andiamo ad affrontare il torneo più importante del mondo. Non possiamo promettere alcun risultato, ma sono certo che giocheremo con la giusta rabbia e daremo filo da torcere a tutti».

Leggi anche:  Basket, Italia-Macedonia del Nord streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022

L’Italia è stata inserita nel Gruppo B ed esordirà contro la Cina il 26 marzo, poi Grecia (27), Stati Uniti (28), Egitto (30) e Francia (31). Nel Girone A ci sono invece Australia, Serbia, Argentina, Turchia, Germania e Giappone. Al termine della fase a Gironi le prime due classificate si incroceranno nelle semifinali mentre le altre squadre disputeranno incontri per la definizione della classifica dalla quinta alla dodicesima posizione. Le partite saranno visibili in streaming su www.basketball-bund.de.

Il roster dell’Italia:
Michele Antelli (1998 P, Umana Reyer Venezia)
Cesare Barbon (1998 G, United Colors Of Benetton Treviso)
Lorenzo Bucarelli (1998 A, Mens Sana Basket 1871 Siena)
Guglielmo Caruso (1999 A/C, Allmag Moncalieri)
Andrea Giustetto (1998 C, Allmag Moncalieri)
Alessandro Lever (1998 A/C, Grissin Bon Reggio Emilia)
Isacco Lovisotto (1998 A/C, United Colors Of Benetton Treviso)
Davide Moretti (1998 G, Universo Treviso)
Alessandro Pajola (1999 P, Obiettivo Lavoro Bologna)
Lorenzo Penna (1998 P, Obiettivo Lavoro Bologna)
Alessandro Simioni (1998 C, Umana Reyer Venezia)
Riccardo Visconti (1998 G, Umana Reyer Venezia)

Leggi anche:  Basket, Russia-Italia streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022

La prima edizione del torneo di Mannheim si disputò nel 1958 su iniziativa di Hans Joachim Babies. Hermann “Pascha” Niebuhr, ex coach e membro onorario della Deutscher Bund Basket, la Federazione tedesca di pallacanestro, intitolò il torneo ad Albert Schweitzer, famoso medico, teologo, musicista e missionario. L’evento è a cadenza biennale ed è organizzato dalla Federazione Tedesca, dall’US-Army e dalla città di Mannheim. Alla manifestazione partecipano Nazionali Under 18 provenienti da quattro continenti.

Nell’Albo d’Oro sono gli Stati Uniti a farla da padroni con 10 affermazioni. L’Italia, campione in carica grazie al successo proprio contro gli USA nel 2014, è al secondo posto con quattro medaglie d’oro. Al terzo posto la Yugoslavia (1971, 1979, 2000).

Questi alcuni giocatori che hanno partecipato, in passato, al Torneo di Mannheim: Dino Meneghin, Magic Johnson, Arvidas Sabonis, Toni Kukoc, Drazen Petrovic, Dino Radja, Valerij Tikhonenko, Igor Miglienieks, Antonello Riva, Juan San Epifanio, B.J. Armstrong, Tim Duncan, Dirk Nowitzki, Mehmet Okur, Hidayet Turkoglu, Darius Songaila, Jerome Moiso, Igor Rakocevic, Eddie Griffin, Tony Parker, Victor Khryapa, Johan Petro, Andrew Bogut, Ersan Ilyasova, Yi Jianli, Ramon Sessions, Nicolas Batum, Alexis Ajinca, Omri Casspi.

  •   
  •  
  •  
  •