Basket, Playoff Serie A: Milano mostra i muscoli e vola in finale. Battuta Venezia

Pubblicato il autore: simone canini Segui

Basket, Playoff Serie A: Milano mostra i muscoli e vola in finale. Battuta Venezia
E’ una partita decisamente tesa ed equilibrata quella giocata in gara 6 dei Playoff di Serie A tra Olimpia Milano e Reyes Venezia. I milanesi, in vantaggio 3 a 2 nella serie, cercavano il risultato che gli consentisse di chiudere il capitolo veneziano e volare in finale due anni dopo l’ultima apparizione, troppo tempo per una squadra perennemente sul confine tra l’essere obbligata o destinata a vincere. Discorso diverso per i veneziani, alla ricerca di un’ulteriore impresa per provare a girare nuovamente l’inerzia della serie, che fino a gara 3 era stata dalla loro parte proiettandoli in vantaggio per 2 a 1 prima della reazione dell’Olimpia. Complice l’importanza vertiginosa della gara, con tutto il peso che porta giocare una Semifinale Playoff di Serie A, il match porta a referto il punteggio finale più basso dell’intera serie fra le due squadre, che commettono diversi errori a canestro senza consentire a nessun singolo di esaltarsi e portarsi in doppia cifra all’interno di un quarto. Nonostante questo gli uomini di coach Repeša, sicuramente non brillanti in fase di costruzione di gioco e conseguentemente, di tiri puliti e ben creati, riescono comunque a concludere con un vantaggio di sei lunghezze il primo tempo, che si chiude sul 26-30 per i biancorossi. Milano si dimostra la solita squadra solida primeggiando nei rimbalzi difensivi a protezione del canestro (26 totali) e con 4 stoppate che rimandano al mittente il tentativo di rimonta, reso ancor più complicato dal cinismo milanese, con il 30% sui tiri da 3 ed il 45,5% dal campo. Numeri decisamente non esaltanti, ma sufficienti.

Cuore Reyes. Venezia cerca di contrastare i muscoli dell’Olimpia con il solito generosissimo cuore (parlano chiaro i 13 rimbalzi offensivi ma soprattutto le 9 palle rubate) ma, purtroppo per la squadra di De Raffaele, con poca lucidità e per un attimo i giallorossi abbandonano la partita consentendo ad Alessandro Gentile (11 punti realizzati con il 40% dal campo) e compagni di concludere la terza frazione di gioco con un distacco di addirittura 10 lunghezze, chiudendo sul 38-48. Troppo bassi i numeri in fase di realizzazione per i veneziani, con il 29,5% totale a fronte di un 44,1% dal campo ed un altisonante 11,1% sul tiro da tre, vero assente della serata in casa Reyes, con qualche errore di troppo anche ai tiri liberi (80,8% contro il 95,2% milanese). Nell’ultima ripresa di gioco l’Olimpia comincia a scricchiolare sotto i colpi dei giocatori della Reyes, decisi a realizzare l’impossibile. Migliorano le percentuali sul tiro ed il punteggio comincia a muoversi con frequenza, segnando lo stesso risultato per entrambi a poco più di 2 minuti dal termine. Questa volta a tenere a galla Milano ed affondare Venezia ci pensa Simon, con i suoi 8 punti che garantiscono il vantaggio necessario a chiudere la pratica sul 60-68 e festeggiare una finale che torna al Mediolanum Forum 2 anni dopo.

Ora l’Olimpia attende di sapere chi tra Avellino e Reggio Emilia, nello spareggio di gara 7 che si giocherà questa sera, la separerà dal suo 27esimo e ricercato scudetto. Obbligo o Destino?

Questo il tabellino finale della gara:

Reyes Venezia: Ejim 7, Bramos 4, Tonut 12, Green 6, Ortner 2, Viggiano 6, Ress 2, Pargo 8, Krubally 10

Olimpia Milano: Gentile 11, Kalnietis 4, Sanders 5, Simon 15, Batista 9, Macvan 2, Cerella 2, Lafayette 16, McLean 4

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Basket, Russia-Italia streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022