Mercato NBA: il punto sulle panchine

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

mercato nba
Con la post season in corso, il mercato Nba relativo ai giocatori è al momento in stand by. Non lo è, invece, quello degli allenatori: mai come in questa primavera è in atto un valzer, o più propriamente una polka, sulle panchine di mezza Lega. Quello che veniva dato per certo ieri potrebbe non esserlo più oggi, in un niagara di voci, spifferi, colloqui e smentite dal quale cavarci fuori un ragno dal buco pare impresa impossibile. Proviamo dunque a mettere ordine. Alcune caselle al momento sono già riempite. Scott Brooks ha preso le redini dei Washington Wizards, Kenny Atkinson quelle dei Brooklyn Nets e Tom Thibodeau invece si è preso il timone dei futuribilissimi Minnesota Timberwolves. I Phoenix Suns, senza arrovellarsi troppo, hanno promosso il vice Earl Watson in via definitiva. E nell’ultima settimana anche i Los Angeles Lakers hanno sciolto il nodo di Gordio: sarà Luke Walton, ora a caccia dell’anello-bis da assistente ai Warriors, il nocchiero venturo. Nel puzzle degli staff tecnici Nba però i pezzi mancanti sono ancora parecchi. La condensa più fitta al momento sta intorno alla guida tecnica degli Indiana Pacers: dopo il benservito a Frank Vogel, Larry Bird sta sfogliando la margherita nel tentativo di fare la scelta giusta. Pareva quasi fatta per Jeff Hornacek, ma nonostante l’ex tecnico dei Suns sia nelle grazie di Bird ha non pochi detrattori in virtù dell’esperienza negativa in Arizona. I talent Nba si stanno sbizzarrendo con le congetture: sul taccuino del fenomeno biondo dei Celtics anni ’80 ci sarebbero allo stato attuale Mike D’Antoni, David Blatt, Mark Jackson (quello più acclamato dall’ambiente visto il passato da “Pacer” in calzettoni) e persino Brian Shaw. Capire chi possa essere il favorito è compito titanico: nell’Indiana ogni ora lo scenario cambia (un po’ come il meteo).

Nel grande ballo dei cacciatori di tecnici si sono inseriti anche i Memphis Grizzlies: è di poche ore fa la notizia dell’addio a coach David Joerger (foto). Nel Tennessee c’è da iniziare a rifondare, e la dirigenza ha deciso di partire dal “manico”. Che potrebbe finire in mano proprio a Frank Vogel, stando a Marc Stein di ESPN. Joerger però potrebbe non rimanere disoccupato a lungo: nei prossimi giorni andrà a parlare con Vlade Divac, che per la guida dei Sacramento Kings sta facendo più colloqui di un’agenzia interinale. Da Jackson a McHale, da Walton al nostro Messina, i Kings hanno parlato con chiunque senza però riuscire a convincere nessuno. Dave Joerger potrebbe essere raggiungibile: nella capitale della California i prossimi dieci giorni saranno cruciali.

Meritano un discorso a parte nel mercato Nba delle panchine gli Houston Rockets: dopo essersi lasciati sfuggire sia Thibodeau sia Walton, i texani non sanno che pesci pigliare. Il sogno rimarrebbe Jeff Van Gundy, ma con il roster attuale sa che le gatte da pelare sarebbero troppe, e l’idea non lo fa sobbalzare dalla sedia. Nelle ultime ore c’è stato un forcing su Jeff Hornacek, ma anche in Texas l’ambiente non smania su di lui. Paul Silas e Byron Scott sono considerate più opzioni di ripiego che una “extrema ratio”. Così anche qui il nome più papabile potrebbe diventare proprio Frank Vogel, che oltre a farsi una chiacchierata coi piani alti dei Grizzlies volerà anche dai “razzi”. Nei giorni a venire qualche matassa in più è destinata a sbrogliarsi.

 

  •   
  •  
  •  
  •