Scroll to Top
HOT

Milano al match point

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui
Finale Scudetto Olimpia Milano-Reggio Emilia 87-80

Forum di Assago stracolmo per la Finale Scudetto (fonte @OlimpiaEA7Mi)

Superlativa prestazione dell’EA7 Milano in gara 5.

La squadra milanese gioca la gara perfetta e annienta letteralmente Reggio Emilia che crolla senza poter dare mai l’impressione di poter impensierire i padroni di casa.

La squadra di Repesa aggredisce subito gli avversari e al minuto 3’30” il punteggio dice 10-3  e con Reggio Emilia che viene spazzata via sin dai primi minuti.

Milano è padrona della partita e dopo una grande schiacciata di Gentile il primo quarto termina 29-8.

Nel secondo quarto Reggio prova ad oporre resistenza ma non è serata e al 14’ Milano è ancora a +16 sul 38-22 nonostante Menetti provi qualche cambio di uomini e di tattica che danno solo l’impressione di poter riaprire la partita quando si giunge al punteggio di 44-31 dopo due liberi di Lavrinovic al 18’.

All’intervallo, però, il punteggio  dice 52-31.

All’inizio del terzo periodo Reggio prova il tutto per tutto forezando i ritmi di gioco e torna a -11 con la tripla di Della Valle (57-46).

Gli emiliani restano in gara sino alla fine del terzo periodo anche se il vantaggio di Milano  appare incolmabile atteso che al 32° si era ancora sul + 13 con il punteggio di 76-63.

Due triple consecutive di Lafayette sanciscono la superiorità di Milano riportando i padroni di casa sull’86-71 al 35’ : finiscono li i sogni di Reggio Emilia perchè Milano chiude sul 97-73.e con la possibilità di chiudere la partita già a partire da gara-6, in programma lunedì nella cittò emiliana.

Da qui a poter dire che la finale scudetto è chiusa ce ne corre: gli emiliani in casa durante la stagione hanno perso una sola volta in casa e nei due precedenti incontri della serie scudetto hanno battuto piuttosto nettamente Milano rimontando lo 0-2 inziale maturato nelle partite giocate a Milano.

Lo stesso coatch Repesa a fine partita metteva in evidenza questo particolare: “Noi a Reggio – dice il coach croato – siamo sempre andati per vincere, ma se loro in casa hanno perso solo una partita al supplementare in stagione regolare e nei playoff le hanno vinte tutte, bisogna avere rispetto. Come fate a dire che non possiamo perdere in casa loro? Come fate a sottovalutarla così? Reggio possiede un’organizzazione di gioco più continua della nostra, due giocatori che hanno vinto tantissimo come Lavrinovic e Kaukenas, almeno tre nazionali. Io, ripeto, ho un rispetto incredibile, ma è anche vero che noi scenderemo a Reggio con un unico imperativo: vincere».

  •   
  •  
  •  
  •