Preolimpico di pallacanestro, l’analisi delle squadre a Torino: Iran

Pubblicato il autore: Samuele Saresin Segui

FIBA-Qualifying-Tournaments-2016
Sono passati dodici anni da quando la Nazionale italiana di Pallacanestro maschile fu presente alle olimpiadi estive. Correva l’anno 2004, e il team, al tempo guidato dal coach Carlo Recalcati, vinse ad Atene, il secondo argento olimpionico.
Dopo anni di alti e bassi, ma soprattutto bassi, finalmente il team italiano di basket, avrà la possibilità, di competere di nuovo alle olimpiadi.

Le chance di trovarsi a Rio quest’estate, passano dal Preolimpico che l’Italia disputerà dal 4 al Luglio al 9 Luglio al PalaAlpitour di Torino.

GRUPPI ( a TORINO )

Gruppo A      Gruppo B
Grecia             Tunisia
Messico          Croazia
Iran                 Italia

IL CALENDARIO

4 Luglio Gruppo B: Grecia-Iran
4 Luglio Gruppo A:
Tunisia-Italia
5 Luglio Gruppo B:
Iran-Messico
5 Luglio Gruppo A:
Italia-Croazia
6 Luglio Gruppo B: M
essico-Grecia
6 Luglio Gruppo A:
Croazia-Tunisia
8 Luglio Semifinale:
A1-B2
8 Luglio Semifinale:
A2-B1
9 Luglio Finale

Con l’Italia, a Torino, ci saranno le nazionali qualificate per il torneo, nelle rispettive competizioni continentali. Tra squadre temibili, ed altre molto meno, non sarà una strada in discesa quella che gli azzurri intraprenderanno.
A due settimane dall’inizio del torneo, ecco un’analisi delle sei squadre che giocheranno a Torino il Preolimpico.

Si parte oggi con l’Iran e, nei giorni a seguire, presenterò anche le altre squadre coinvolte.

IRAN

Hamed-Haddadi-was-a-force-in-the-middle-for-Iran

L’Iran è una nazionale, che, a livello asiatico, nel recente passato ha raggiunto buoni traguardi, aggiudicandosi alcune medaglie d’oro e le conseguenti partecipazioni alle competizioni internazionali. All’ultimo torneo asiatico per nazioni, tenutosi la scorsa estate, l’Iran non è riuscito a ripetersi, ma con la vittoria del terzo posto, è agguantato un pass per il Preolimpico.
Purtroppo, per loro, il livello in Asia non è tanto alto quanto negli altri continenti, motivo per cui è la squadra con meno probabilità di passare il turno. Grecia e Messico sono due squadre decisamente più esperte e attrezzate, di quelle incontrate in Asia.

Grazie alla stazza di alcuni suoi giocatori, l’anno scorso, hanno messo in mostra buone capacità difensive e a rimbalzo. La lacuna più evidente è la percentuale ai liberi, decisamente altalenante.
Il leader tecnico ed emotivo in campo sarà sicuramente Hamed Haddadi; lungo di 218 cm. è solido sotto canestro e abile stoppatore. Fa buon uso dei piedi, e grazie alla stazza si fa facilmente trovare dopo il pick and roll. Il grosso delle difficoltà arrivano quando si allontana dal canestro, ma è in grado anche di mettere qualche jumper dal limite dell’area pitturata.
Grave l’assenza del secondo violino e capitano della squadra, Samad Nikkhah Bahrami, ala intelligente e con buone doti al tiro, dimostrate nella finale per il terzo posto, in cui mise 35 punti con otto triple. Il fatto che non sarà presente, precluderà ulteriormente le possibilità di passaggio del turno per l’Iran, che farà fatica ad allargare il campo e a far girare la palla.
Assente anche il playmaker titolare Mahdi Kamrany, a gestire l’attacco e a prendersi responsabilità dall’arco sarà quindi Sajjad Mashaiekhi, giovane guardia classe 1994.
Ad aiutare Haddadi sotto le plance ci saranno il centro Asghar Kardoust, e le ali grandi Mohammad Hassanzadeh e Arsalan Kazemi (ex seconda scelta alla 54 all’NBA draft del 2013).

L’Iran non avrà certamente un gioco all’altezza dei suoi avversari, ma è appurato che in competizioni come questa, in cui le partite sono poche e può accadere davvero di tutto, anche una squadra con evidenti limiti, può tirar fuori dal cilindro una grande partita.
Se gli Iraniani faranno valere la stazza sotto canestro e sfrutteranno al meglio le occasioni da tre punti, allora potrebbero avere, quantomeno, la possibilità di mettere in difficoltà le altre squadre.

A giocarsi i dodici posti in squadra, saranno i seguenti 23 giocatori pre-convocati dall’allenatore tedesco Dirk Bauermann:

Hamed Haddadi
Oshin Sahakian
Ruzbeh Arghavan
Farid Aslani
Ali Allahverdi
Mohammad Jamshidi
Mohammad Hasanzadeh
Vahid Dalirzohan
Adnan Doraghi
Hosein Rahmati
Navid Rezaeifar
Arman Zangene
Mohammad Shahrian
Amir Sedighi
Saleh Forutan
Asghar Kardoust
Arsalan Kazemi
Sajjad Mashaiekhi
Rasul Mozafari
Salar Monji
Meysam Mirzaei
Behnam Yakhchali
Mohammad Yousefvand

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: