Preolimpico di pallacanestro, l’analisi delle squadre a Torino: Tunisia

Pubblicato il autore: Samuele Saresin Segui

FIBA-Qualifying-Tournaments-2016

Le qualificazioni per la nazionale italiana di pallacanestro a Rio 2016, si avvicinano.
Gli azzurri saranno impegnati all’Imperial Basketball City Tournament a Bologna, tra oggi e domani, prima dell’ultima amichevole a Biella contro Porto Rico.
Intanto proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta delle avversarie che affronteremo a Torino tra poco più di una settimana. Oggi si parla della medaglia di bronzo ad Afrobasket 2015, la Tunisia.
Per accedere all prima parte sull’analisi dell’Iran, cliccare QUI.

TUNISIA

 

Tunisian centre Salah Mejri celebrates scoring a basket during the Men's Basketball Preliminary round match Tunisia vs. Lithuania as part of the London 2012 Olympic Games at the Basketball Arena on August 6, 2012 in London, England. AFP PHOTO / MARK RALSTON (Photo credit should read MARK RALSTON/AFP/GettyImages)

 

AGGIORNAMENTO: E’ notizia di poche ore fa che Salah Mejri salterà il preolimpico, perché dovrà sottoporsi ad un intervento per infortunio nelle prossime ore. 

La Tunisia è una squadra che porta con sé molta esperienza; nell’ultima loro competizone continentale, i giocatori erano quasi tutti nati negli anni ottanta, ed è probabile che il roster che ci si presenterà al Preolimpico sarà il medesimo o quasi.

Non eccellono particolarmente in nessuna parte del gioco, ma con un’attenzione maggiore sulla fase difensiva, difesa che fonda molte delle sue fortune sulla presenza sotto canestro di Salah Mejri, punta di diamante della nazionale e centro dei Dallas Mavericks. Il grosso centro tunisino si è fatto notare in NBA quest’ultimo anno, grazie alle doti da stoppatore (già messe in mostra ad Afrobasket 2015), alle capacità di sfruttare il pick and roll per una coclusione al ferro e, soprattutto, per aver messo voglia e carattere anche contro giocatori più esperti di lui.

Il grosso dell’aiuto in attacco e a rimbalzo arriverà dall’ala grande Makrem Ben Romdhane, giocatore intelligente con buone doti di palleggiatore considerando il ruolo.
A gestire il pallone nella metà campo offensiva saranno le due guardie titolari Omar Abada e Michael Roll. Il primo è uno dei pochi giocatori nato negli anni novanta (classe 1993), e gli si chiederà probabilmente di compiere un salto di qualità in queste qualificazioni, soprattutto se il team vuole arrivare alle semifinali. Michael Roll, invece, è stato, lo scorso anno ad Afrobasket, top scorer della squadra insieme a Romdhane. Grazie alle doti di tiratore da tre punti e di passatore si è dimostrato una buona aggiunta al roster . Come si può intendere infatti dal nome, Roll è nato negli Stati Uniti, in Calfirornia. L’ex Ucla ha poi deciso di diventare cittadino tunisino nel Luglio 2015. Durante i playoffs di quest’anno, è approdato al Laboral Kutxa Baskonia in Liga ACB spagnola, e ci rimarrà anche il prossimo anno.

Il resto del roster è composto da giocatori poco conosciuti a livello internazionale, ma ognuno di loro dà sempre un buon contributo. Il miglior giocatore ad entrare dalla panchina è certamente Mourad El Mabrouk, guardia tiratrice, che, a meno di spostamenti in quintetto, sarà il leader della second-unit.
Complessivamente la squadra ha, come miglior pregio, la capacità di perdere pochi palloni; qualità che dovranno dimostrare di avere anche contro squadre europee.

Al Preolimpico di Torino, il team africano patirà da sfavorito nel “mini-girone” B. Ricordiamo infatti che la Tunisia sarà una delle due squadre, insieme alla Croazia, che sicuramente l’Italia dovrà affrontare per accedere alla fase ad eliminazione diretta.
Sebbene sotto il livello di altre squadre, la Tunisia non è detto che passi inosservata ed è una delle squadre che potrebbe rivelarsi una sorpresa.

Salah Mejri ha assicurato che saranno più temibili di quanto ci si aspetta e, partendo da sfavoriti senza nulla da perdere, il centro dei Mavericks è sicuro che in campo si dimostreranno duri e senza paura, come, dopotutto sono soliti fare.

Roster Afrobasket 2015: Coach Adel Tlatli

Omar,Abada
Knioua, Nizar
Abbassi, Mohamed
El Mabrouk, Mourad
Sayeh, Mehdi
Hdidane, Mohamed
Roll, Michael
Mejri, Salah
Ghyaza, Mokhtar
Ben Romdhane, Makrem
Rzig, Amine
Braa, Hamdi

  •   
  •  
  •  
  •