Basket, grandi progetti per la Juvecaserta

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

baske

Con una nota, diffusa anche via facebook, la Juvecaserta ha affermato di aver finalmente completato l’iter burocratico per la iscrizione al campionato di Lega A di Basket. Sembra l’inizio di una nuova era per lo storico club della Campania, salvatosi letteralmente in zona Cesarini, al termine dell’ ultima giornata della scorsa stagione. Ricordiamo che la Juvecaserta si  è classificata  al 14° posto riuscendo a raggiungere la salvezza grazie alla vittoria, in casa, contro l’Aquila Basket Trento. Una vittoria che è giunta anche grazie all’eccezionale carisma di Sandro Dell’ Agnello, un vero leader. Questo avveniva proprio quando il patron Raffaele Iavazzi aveva affermato, senza mezzi termini, di voler cedere tutta la sua quota di maggioranza. Nei giorni scorsi era stata avviata una trattativa, rivelatasi poi un bluff.  Ora, sotto l’ombrellone e la calura di questo luglio appena cominciato, si continua a lavorare al futuro della squadra: Iavazzi  sta vagliando le nuove offerte e resterà fin a quando fino a quando non avrà la certezza che interverrà, al suo posto, un nuovo gruppo imprenditoriale, serio ed affidabile, pronto ad acquisire il pacchetto di maggioranza e capace di spronare la squadra, proiettandola verso obiettivi sempre più ambiziosi, come quello di trasformare Caserta in un polo vitale per il basket campano.
E’ notizia proprio di queste ore che la  Juvecaserta ha sottoscritto un accordo di collaborazione con Daniele Michelutti,  che assume le funzioni di 1° Assistente del coach. Altro aspetto positivo è la disponibilità di un’azienda importante, un vero e proprio colosso, la Ferrarelle spa, che ha accettato di diventare il principale sponsor  del club cestistico. Accanto alla Ferrarelle, ci sarà ancora il pastificio Pallante, che tramite il marchio Pasta Reggia ha sponsorizzato negli ultimi anni il team casertano. Inoltre, sembra che la JuveCaserta voglia richiamare in squadra, Salvatore Parrillo e Dario Cefarelli. In questo senso, saranno decisivi i prossimi giorni…
Di certo, sembra profilarsi una nuova stagione per questa storica società professionistica  di pallacanestro, erede della società “Sporting Club Juventus Caserta”,  quest’ultima attiva fino al 1998. Grazie alla presenza di alcuni fuoriclasse, la Juvecaserta  è riuscita a diventare una delle principali squadre italiane ed europee, vincendo  anche la Coppa Italia ed uno scudetto nella stagione 1990-1991. La società Juvecaserta nasce nel 1942 ad opera di alcuni appassionati locali. La denominazione Sporting Club Juventus venne scelta dei suoi protagonisti storici del grande sogno casertano, Mr. Santino Piccolo, sostenitore accanito della Juventus! Nel 1971, l’imprenditore Giovanni Maggiò  prese in mano la squadra improntando la società in senso professionistico e nel 1975  la Juvecaserta giunse in  A2, retrocedendo però a fine anno: il ritorno in seconda serie avverrà nuovamente nel 1978. Il primo gruppo organizzato della tifoseria fu quello dei “Black Panthers”, sorto negli anni Settanta Dopo il loro scioglimento si formarono altri gruppi: i primi furono quelli della “Gioventù Bianconera”, negli anni Ottanta,  e poi l’ “Inferno Bianconero”, gruppo attivo dal 1989 al 2012, quando si sciolse. Dopo lo scioglimento dell'”Inferno”, gli ultrà casertani si sono riuniti tutti sotto la firma “Curva Ancilotto”, per poi costituire nel 2015 il gruppo “Casertani”.
La Juvecaserta può contare anche su alcuni sostenitori illustri. Tifosi della squadra sono lo scrittore Roberto Saviano, Toni Servillo e i musicisti della Piccola Orchestra Avion Travel.
Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi giorni e se la squadra riuscirà a diventare realmente un punto di riferimento per la nuova generazione di appassionati di basket in Campania.

Leggi anche:  Basket, Liga ACB - Baskonia si arrende a Causeur: il Real Madrid fa 12 su 12

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •