Italbasket, Messina: “Nessun alibi, ho fallito!”

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui
ItalBasket in NBA (fonte internet)Sconfitta amara per l’Italbasket di Ettore Messina. Dopo le prime tre vittorie nelle prime tre gare del Torneo Preolimpico, ieri sera al PalaAlpitorur di Torino, contro la Croazia, il sogno degli azzurri di volare a Rio de Janeiro per le Olimpiadi di agosto è andato in fumo.
Il giorno dopo la sconfitta, avvenuta per 84 punti della Croazia contro i 78 dell’Italia,è tempo di riflessioni da parte del capitano Gigi Datome e del coach Ettore Messina.
 “È l’ennesima estate con l’amaro in bocca! La pressione su di noi c’era ma non può essere una scusa, siamo un gruppo di giocatori con tanta esperienza ad alti livelli ormai. Tutti – ha proseguito il giocatore del Fenerbahçe – volevamo andare a Rio, alla fine ci vanno loro con pieno merito. “Finché stiamo bene fisicamente è giusto proseguire la carriera in nazionale, per noi e per tutto il movimento. L’obiettivo – ha chiuso Datome – è quello di non essere ricordati come la generazione di talenti che non ha combinato nulla”.
Se l’umore scuro del capitano è lo stesso che traspare per la squadra, tocca a mister Messina entrare nei termini più puramente tattici e tecnici della sconfitta: Ammettiamo di non essere partiti bene, abbiamo comunque avuto due volte la palla per chiudere la contesa, una con Belinelli negli ultimi secondi. In difesa abbiamo mancato qualche rimbalzo di troppo, in attacco invece abbiamo tirato meglio da 2 che da 3. La partita è girata su un paio di possessi“.
Poi ancora, in conferenza stampa al termine della partita Ettore Messina ha dichiarato: “La squadra ha fatto un mese di lavoro fantastico, affrontato con impegno, dedizione e con spirito di sacrificio. Non ho niente di cui volermi lamentare. I ragazzi hanno dato tutto quel che potevano ma non siamo riusciti a chiudere questa partita. Nonostante ciò non posso fare altro che ringraziare i ragazzi per il fatto che mi hanno permesso di allenarli. L’ho detto già fin dal primo giorno e l’ho ripetuto anche a Bologna, in ritiro, e quando siamo arrivati qui prima della partita. Non è che quando si perde bisogna per forza trovare dei colpevoli; la squadra ci ha messo un sacco di impegno ma abbiamo sbagliato e perso contro la Croazia. Sono onorato dalla fiducia che il presidente ha avuto in me fin dal primo giorno e, come ho sempre detto, il fatto di rimanere ad allenare i ragazzi è una cosa di cui sto parlando con il presidente Petrucci anche se adesso c’è solo molta amarezza. Sulla mia permanenza discuteremo per bene nelle prossime settimane. Adesso c’è solo la volontà di cercare di andare avanti con volontà. Sicuramente non è con questa tristissima sconfitta che il basket finirà”.
Rammarico anche da oltreoceano per la sconfitta dell’Italia contro la Croazia: il vice di Popovich, allenatore dei San Antonio Spurs ha dichiarato: “Ho letto grande delusione nelle parole di Gigi”.
E lo stesso Messina ha affermato infine:” Chiedo scusa alla Federazione che in me aveva riposto fiducia e soprattutto ai tifosi che ci hanno sostenuto alla grande per tutto il preolimpico. La squadra ha comunque lavorato bene per tutto il mese, non mi sento quindi di recriminare nulla ai ragazzi. Non ho nessun alibi, ho fallito”.

  •   
  •  
  •  
  •