Nazionale italiana di basket: ecco i 12 per il preolimpico. Fuori Cinciarini e Della Valle

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

nazionale italiana di basket
Nazionale italiana di basket: apriti cielo. Inizia nel segno della sorpresa l’avventura bis di Ettore Messina sulla panchina azzurra. Il tecnico emiliano ha diramato oggi la lista dei 12 che da lunedì 4 luglio (primo match contro la Tunisia alle 21, diretta SkySport 1) a Torino tenteranno di staccare il pass per i Giochi di Rio de Janeiro. Nei fantastici 12 spicca l’assenza di due nomi illustri: quelli del playmaker dell’Olimpia Milano Andrea Cinciarini e della guardia della Grissin Bon Reggio Emilia Andrea Della Valle. Al primo Messina ha preferito il fosforo del veterano Beppe Poeta, mentre il secondo lascia spazio alla carica esplosiva di Stefano Tonut (autore di una stagione eccelsa con la Reyer Venezia). Dunque, Messina ha deciso di dare subito un’impronta chiara alla sua Nazionale, inserendo due giocatori che partivano in svantaggio rispetto ad altri pariruolo all’inizio dell’avventura preolimpica. Ricordiamo che l’Italia nel girone ha oltre alla Tunisia la Croazia, rappresentativa sempre temibile ma alle prese con numerose assenze di peso.

Ecco dunque l’elenco dei 12 che da lunedì si vestiranno di azzurro. Playmaker: Giuseppe Poeta (Aquila Trento, Daniel Hackett (Olympiacos). Guardie: Stefano Tonut (Reyer Venezia), Marco Belinelli (sacramento Kings), Pietro Aradori (Grissin Bon Reggio Emilia), Alessandro Gentile (Olimpia Milano). Ali: Luigi Datome (Fenerbahce Istanbul), Danilo Gallinari (Denver Nuggets), Andrea Bargnani (svincolato), Niccolò Melli (Brose Bamberg). Centri: Riccardo Cervi (Scandone Avellino), Marco Cusin (Vanoli Cremona). Oltre a Cinciarini e Della Valle, rimangono fuori anche Awudu Abass (ala naturalizzata della Pallacanestro Cantù) e Davide Pascoli (Aquila Trento).

Soprattutto per ciò che riguarda Andrea Cinciarini, la decisione di Messina lascia esterrefatti: il marchigiano sotto la gestione di coach Simone Pianigiani era stato sempre uno dei perni del quintetto azzurro. Reduce da anni da vice nella Nba, il nuovo Ct evidentemente ha preferito puntare le sue fiches su un gruppo più fisico con un ruolo meno centrale per la regia e maggiore spazio da lasciare ai singoli. E’ già facile prevedere infatti scorci di gara da play aggiunto per Marco Belinelli, non nuovo a compiti di questo tipo. Rispetto alle ultime rappresentative, questa sembra più puntellata soprattutto in zona pitturata, con la new entry Riccardo Cervi che darà una grossa ano in difesa e a rimbalzo.

  •   
  •  
  •  
  •