NBA 2016-2017: Toronto Raptors, l’obiettivo è “bissare”

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

nba 2016-2017
Guardando alla Nba 2016-2017, desta curiosità la situazione dei Toronto Raptors. Reduce dalla migliore annata della sua storia, il team canadese ora è a un bivio: deve decidere cosa vuol fare da grande. Anzi, forse è più corretto dire che deve capire quanto può essere grande: dopo la finale della Eastern Conference agguantata nei playoff di questa primavera, l’obiettivo naturale sarebbe quello di tentare di salire un altro gradino. Eppure l’impressione di molti “talent” è che l’apice in terra canadese sia già stato raggiunto. La truppa di coach Casey ha tutto: gioco, compattezza, fisicità e due stelle come DeRozan e Lowry che sono al picco più alto delle rispettive carriere. Però rimane quella sensazione salmastra di essere ancora i migliori tra gli outsider, e non seri pretendenti al titolo Nba. I già citati due astri della squadra sono forti, anzi fortissimi. Ma DeRozan (rifirmato con una valanga di dollari: nell’anno che verrà intascherà 26,5 milioni) non è Lebron James e Lowry non è Steph Curry. Ed è con questi che ci si mettono al dito gli anelli. Così, Toronto si trova nella posizione più scomoda di tutte: un eventuale “non-bis” della finale di conference sarebbe vissuto come un brutto passo indietro, mentre quello scatto in avanti ad ora pare molto difficile. Così, l’unico traguardo stagionale nella terra degli aceri è quello di confermare la (eccelsa) stagione appena conclusa.

Sul fronte del gruppo i Raptors hanno perso poco. L’addio più rilevante è senza dubbio quello del centro africano Bismack Biyombo, che ha monetizzato la scoppiettante post season accasandosi ad Orlando. Se ne è andato anche James Johnson, buon elemento da rotazione. A rinforzare il pacchetto lunghi però è arrivato da Boston Jared Sullinger, energica pedina che i suoi numeri li mette sempre insieme. Inoltre, ci si attende molto dal lungagnone asburgico Jakob Poeltl, pescato al Draft con la pick n°9 e alter ego perfetto del centro titolate, il lituano Jonas Valanciunas. Così, per le fortune della ciurma di Casey diventa cruciale un salto di livello del cast di supporto: i vari Carroll, Ross, Patterson e anche lo stesso Valanciunas (perenne infortunato) sono chiamati alla stagione della verità. A Est la concorrenza sarà più agguerrita: dietro Cleveland, Chicago, Boston e Indiana scalpitano. Per questo in Canada si acconteterebbero volentieri di un 2016-bis.

TORONTO RAPTORS 2016-2017

STARTING FIVE: Kyle Lowry, DeMar DeRozan, DeMarre Carroll, Patrick Patterson, Jonas Valanciunas.

PANCHINA: Terrence Ross, Jared Sullinger, Norman Powell, Cory Joseph, Jakob Poeltl, Delon Wright, Jason Thompson.

  •   
  •  
  •  
  •