Basket A2, il punto su Basketcity ad un mesetto dalla partenza del campionato

Pubblicato il autore: andrea nervuti Segui

parkMancano  una quarantina di giorni all’inizio del campionato di A2, ma le attenzioni della palla a spicchi sono tutte inevitabilmente rivolte verso il tanto atteso derby bolognese in programma all’Unipol Arena il giorno di Natale. Tuttavia, prima della fatidica data della “palla due” più scottante d’Italia, ci saranno da affrontare quasi tre mesi di campionato (contro avversari di buon livello) ed è giunto il momento di fare il punto sulle trattative e sulla preparazione di entrambe.

Virtus.  La buona notizia per il club più titolato del paese è che il centro americano Kenny Lawson ha già cominciato ad allenarsi con la squadra. Reduce da una buona stagione a Recanati, è sembrato quasi incredulo di esser sbarcato alla corte di Ramagli. “Sono felice di essere finalmente arrivato a Bologna, e alla Virtus. Incredibile che una società così importante e piena di gloria mi abbia cercato, sono entusiasta. La Virtus ha una storia incredibile a livello europeo, farne parte mi riempie d’orgoglio. La serie A2 credo di conoscerla, per affrontarla bisogna essere squadra, l’individualismo non conta. Essere gruppo, essere una squadra allenabile, potrà fare la differenza. Personalmente credo ci sia sempre qualcosa in cui si può migliorare, nel mio caso credo si tratti della fase difensiva, della velocità, cose in cui posso crescere. Sono qui per farlo. Tutti i giocatori possono far canestro, ma le cose importanti sono i dettagli, le piccole cose a cui bisogna fare attenzione».

Mercato.  Manca ancora qualche tassello per completare il rooster bianconero ed il nuovo general manager Jiulio Trovato sta facendo i salti mortali per metter in pista una squadra competitiva. L’ultimo nome sulla lista è quello di Michael Umeh: 31 enne esterno proveniente dall’Ironi Nahariya, serie A israeliana dove ha giocato  mediamente 30 minuti a gara, andando sempre attorno ai 13 punti.

“ Non nego che il giocatore ci interessi – ha spiegato il GM – cosi come se non dovesse arrivare abbiamo altre piste da seguire, ma lui è il primo della lista, per cui aspettiamo nella speranza che accetti quanto gli abbiamo offerto”.

Indubbiamente sarebbe un gran colpo, con la sua esperienza e con il suo talento potrebbe diventare una guida sicura per le V Nere.

Fortitudo. Chi la squadra ce l’ha già bella e pronta è sicuramente l’Aquila di Bonicciolli. In casa F è tempo di presentazioni, e durante la festa dello sponsor ha parlato lo statunitense Roberts: ” Sono qui per vincere il campionato, perché è quando si ottengono i successi che si resta giocatori di grande livello. Per avere buone prestazioni bisogna lavorare tanto e passare tanto tempo in palestra. Per questo non ho tante occasioni per fare qualcosa fuori dal campo e non ho ancora avuto la possibilità di visitare Bologna. Feci una passeggiata veloce quando con Caserta venni qua a sfidare la Virtus”.

È convinto al 100% l’ex Siena, che dispensa parole al miele anche per i nuovi compagni “ nessuno in categoria ha la stazza di Justin Knox, e la possibilità di intercambiare due playmaker cosi bravi come Candi e Rouzzier”.

Il finale d’intervista lo dedica a quello che storicamente è il punto forte della Fortitudo, ovvero i suoi supporters:” i tifosi sono eccitanti li avevo visti solo in video ed è pazzesco ora vivere quello che mi era stato semplicemente raccontato”.

Il conto alla rovescia è cominciato; 115 giorni e poi sarà ancora una volta Basketcity !

 

  •   
  •  
  •  
  •