Basket: la Virtus Roma viene riammessa dal CONI al campionato di A2

Pubblicato il autore: Luca Ludovici Segui

toti
Claudio Toti era stato chiaro: bisognava arrivare fino alla fine, sarebbe arrivato fino alla Corte Europea pur di dimostrare che la Virtus Roma non aveva commesso nessun errore. E così dopo i due gradi di giudizio della Fip che hanno dato parere negativo, ecco che il CONI ha accolto l’appello della Virtus Roma. Infatti è stato proprio il concorso di colpa a salvare la Virtus dalla sparizione. Difatti macroscopici sono stati gli errori della Federazione, oltre a quelli della squadra romana, in questa brutta vicenda. Adesso per Roma il mercato, che era stato bloccato fino alla riammissione in serie A2, è ripartito e Claudio Toti non ha perso tempo annunciando subito il nuovo acquisto Massimo Chessa.

La Prima Sezione del Collegio dello Sport del Coni ha accolto il ricorso della Virtus Roma contro la Federazione italiana pallacanestro per la mancata iscrizione al campionato di Serie A2. Il Collegio ha annullato la decisione della Corte Federale d’Appello e relativa delibera del Consiglio Federale Fip disponendo l’ammissione della società capitolina al campionato per l’anno sportivo 2016-2017. Il presidente Claudio Toti e l’avvocato Gianfranco Tobia avevano chiesto una decisione prima di Ferragosto.

Questo un pensiero del presidente Toti per il popolo virtussino che è stato vicino al club in questo momento difficile: “Ringrazio tutti i tifosi della Virtus Roma che ci sono stati vicini in questo momento difficile e ci hanno dato ulteriore motivazione per sostenere le ragioni della società, anche attraverso la petizione lanciata on line nel giorni scorsi. Ora guardiamo tutti insieme con fiducia al futuro”
Massima soddisfazione per la decisione assunta dalla prima sezione del Collegio di Garanzia dello Sport del Coni che annulla la decisione della Corte Federale d’Appello FIP e la delibera del Consiglio Federale del 16 luglio, ammettendo così la Virtus a partecipare al Campionato di A2 stagione 2016/2017.
La decisione conferma quanto da noi sostenuto rispetto al presunto ritardo nel pagamento.
Non era ritardo e tantomeno sanzionabile con l’esclusione dal Campionato come anche confermato dal Procuratore Generale del Coni, intervenuto in giudizio.
Ora guardiamo avanti con fiducia, lasciamo dietro le spalle le carte bollate e pensiamo solo a lavorare per costruire una squadra che possa ben figurare.
Un sentito ringraziamento lo devo all’Avv. Gianfranco Tobia che come avvocato e come amico ha combattuto al mio fianco questa battaglia ma anche un sentito ringraziamento all’Avv. Achille Reali che oggi ha sostenuto con decisione le nostre ragioni.
Voglio cogliere l’occasione anche per ufficializzare l’ingaggio di Massimo Chessa, che per motivi di opportunità non avevamo annunciato, benché firmato il contratto ormai da alcuni giorni.

Puntuale arriva il comunicato della Virtus Roma sulla sottoscrizione del contratto con l’ex cestista di Trapani Massimo Chessa: 
La UniCusano Virtus Roma è felice di comunicare di aver sottoscritto nei giorni scorsi un accordo per l’ingaggio di Massimo Chessa.
Nato a Sassari il 30 aprile 1988 e alto 188 cm per 80 chili, Chessa la scorsa stagione ha vestito la maglia della Pallacanestro Trapani, con cui ha disputato anche i playoff. Guardia dalle spiccate doti balistiche, Massimo è uno dei preziosi tasselli che andranno a completare il quintetto a disposizione di coach Corbani.

  •   
  •  
  •  
  •