Kobe Bryant: “Vi aiuterò a realizzare i vostri sogni!”

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

kobe bryant

Kobe Bryant spegne 38 candeline, si tratta del primo compleanno lontano dal basket giocato. Questo ragazzotto di Philadelphia – cresciuto anche in Italia quando il padre Joe giocava tra Rieti, Reggio Emilia, Pistoia e Reggio Calabria – ha dato il suo addio ufficiale lo scorso aprile segnando la bellezza di 60 punti contro gli Utah Jazz.
Vent’anni di carriera trascorsi con addosso la casacca gialloviola dei Los Angeles Lakers con cui Bryant ha vinto cinque campionati NBA segnando oltre 33 mila punti. Il giocatore, che è anche stato una colonna di Team USA con cui ha conquistato due ori olimpici, è diventato in questi ultimi decenni una vera e propria icona planetaria dello sport.

L’ex giocatore che tra le altre cose ha partecipato per ben 18 volte agli All Star Game NBA ed in carriera è stato nominato MVP sia della stagione regolare che dei playoff, ha deciso di farsi un inusuale regalo, creando insieme a Jeff Stibel – CEO di web.com con cui Kobe collabora dal 2013 – un fondo di 100 milioni di dollari per investire nei prossimi anni in nuove tecnologie e comunicazioni.
Ha parlato di questa sua iniziativa in un’intervista concessa a una tv americana, ecco le sue parole.
“Quando giochi a pallacanestro sei sempre focalizzato a vincere partite e campionati. Il tuo mondo è quello, non hai il tempo e neppure la forza per pensare ad altro.
Io però non volevo trovarmi perso una volta terminata la mia carriera agonistica, mi sembrava giusto pensare a cosa mi sarebbe piaciuto fare. Negli ultimi anni ho riflettuto molto su come avrei potuto investire il mio tempo e i miei soldi una volta smesso di giocare e ho capito che mi sarebbe piaciuto aiutare gli altri ad avere successo ed essere parte attiva di questo processo.
Non c’è davvero sensazione migliore di poter dare una mano ad un imprenditore per inseguire un sogno, lo penso davvero e credo che questa possa essere la strada giusta. Io e Jeff Stiebel ci crediamo molto e siamo affiatati e determinati. Siamo focalizzati al 100% sulla realizzazione di questo progetto.
L’ho fatto anche perchè voglio lasciare qualcosa di concreto, voglio che ci si ricordi di Kobe Bryant non solo per quello che ha ottenuto in ambito sportivo. Se si vuole veramente lasciare alle nuove generazioni qualcosa che possa restare in modo tangibile bisogna dare loro le giuste ispirazioni, bisogna aiutarli in questa crescita che spesso è davvero difficoltosa e piena di ostacoli. Molte volte i problemi maggiori sono di natura economica, io voglio dare una mano anche in questo: insomma spianare un po’ la strada.
In questo modo loro faranno strada nel futuro e magari, a loro volta, aiuteranno i ragazzi che verranno”.

Leggi anche:  Basket, Russia-Italia streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022

Bryant si sta dimostrando un personaggio davvero brillante, un imprenditore capace di attrarre a se ingenti sponsorizzazioni e partnership – non ultima quella con un noto marchio produttore di abbigliamento sportivo che con il nome di Kobe ha creata una linea personalizzata di scarpe e accessori – che gli hanno fruttato grandi guadagni (si parla di oltre 300 milioni di dollari complessivi di soli ingaggi). Questa è un’iniziativa che porterà guadagni, ma soprattutto tanta soddisfazione a livello personale, e bravo Kobe!

  •   
  •  
  •  
  •