Basket: prima vittoria per la Betaland. Fitipaldo MVP con 24 punti.

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

lega-basket-serie-A-765x510-696x464[1]Ieri 17 ottobre, con il posticipo della gara tra Capo d’Orlando e Torino, si è conclusa la terza giornata del campionato di Basket di Serie A.
La Betaland Capo d’Orlando, ha ottenuto i primi due punti della stagione, battendo in casa la Fiat Torino per 90-77, con un distacco finale di ben 13 punti.
La prova dei ragazzi di coach Di Carlo è stata superba, non hanno quasi mai rischiato contro un’avversaria che ha dato l’idea di essere troppo incostante. I biancazzurri hanno mostrato fin da subito una grande intensità difensiva.
Fin dai primi canestri si è capito che sarebbe stata una bella gara, i primi punti sono andati alla squadra ospite, ma la Betaland ha risposto subito con Berzins e Delas ed in 3′ si è portata avanti per 11-5. Nonostante questo vantaggio i padroni di casa si sono fatti rimontare e hanno chiuso il primo quarto in svantaggio per 23-26.
Da qui in avanti è un’altra storia, Fitipaldo prende in mano la squadra ed insieme a Delas e Stojanovic portano l’orlandese a +11 su Torino, chiudendo così il secondo quarto con il punteggio di 48-39.
I giocatori siciliani sostenuti dai loro tifosi, dopo 23′ segnano il +13 sui piemontesi con Fitipaldo, ma Torino non ci sta ad avere un distacco così enorme e ritorna a segnare dalla lunga distanza con Alibegovic per il 62-55 al 29′.
L’ultimo parziale di gioco è una lotta su ogni pallone, Torino organizza meglio la difesa e si riavvicina notevolmente a Capo d’Orlando, con Poeta che buca la rete con un tiro da 3 fissando il punteggio 70-65.
La gara si chiude con la quinta tripla di Bruno Fitipaldo che porta alla prima vittoria dei siciliani per 90-77.
A fine gara Fitipaldo viene premiato come MVP della gara, con 24 punti di cui 5/6 dai 3, due rimbalzi e 3 assist; si può dire una prestazione monstre del playmaker uruguaiano; mentre per la squadra di Vitucci il migliore è Dj White con 19 punti e 4 rimbalzi.
L’unica nota negativa di questa partita è l’infortunio subito al ginocchio dell’ala Janis Berzins, dopo una caduta sul parquet.

Queste le dichiarazioni del Coach Di Carlo a fine partita:
“Dedico questa vittoria a mio figlio Vincenzo, il più piccolo dei due, e ad una persona molto importante per me che è coach Mario Floris. La partita era difficile dal punto di vista emozionale, sappiamo che stiamo lavorando bene, ma non siamo mai riusciti a concretizzare con le vittorie. Sapevamo anche che avremmo dovuto fare una grande partita contro una grande squadra. Le palle perse sono una “parte” importante in negativo per noi, ed è una cosa da migliorare. Registro la capacità di questa squadra di saper giocare insieme sia in attacco che in difesa. La squadra non si è disunita nei momenti di difficoltà. Ognuno dei ragazzi è stato bravo a mettere il proprio mattoncino, grazie al pubblico che si è stretto a noi e ci ha aiutato a portare a casa due punti che ci danno grande fiducia e ci permetteranno di andare avanti nel modo migliore. Alleno un gruppo di giocatori straordinario. Stasera hanno dato una dimostrazione di ciò che sono le loro capacità. Abbiamo grossi margini di miglioramento e dobbiamo continuare a pedalare forte perché c’è tantissima strada da fare”.

Betaland Capo d’Orlando – FIAT Torino 90-77 (23-26, 48-39, 64-56)

BETALAND: Perl 8, Fitipaldo 24, Archi 7, Stojanovic 14, Diener 3, Laquintana 10, Iannuzzi 8, Berzins 5, Delas 11. All. Di Carlo.

FIAT: White 19, Wright 13, Harvey 8, Okeke, Washington 14, Poeta 11, Alibegovic 5, Wilson 5, Mazzola 2. All. Vitucci.

Rimbalzi: Capo D’Orlando 40 (8 off.), Torino 29 (7 off.).
Perse: Capo D’Orlando 18, Torino 17
Recuperate: Capo D’Orlando 8, Torino 14
Assist: Capo D’Orlando 21, Torino 13

  •   
  •  
  •  
  •