Pallacanestro, Cuore Basket Napoli in vetta alla classifica

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

Basketbal

Ancora non si spegne la gioia dei tifosi per il recente successo della squadra “Cuore Napoli Basket”, che ha battuto l’agguerrita “Stella Azzurra Roma”, la formazione di Germano D’Arcangeli, per 90-64. Questa vittoria ha dato ai partenopei il primo posto in classifica. La squadra è apparsa ben organizzata ed il team affiatato. Ad ogni azione, un’emozione. Ecco lo slogan vincente  di “Cuore Napoli Basket”, il club che proverà a restituire dignità alla pallacanestro partenopea dopo un periodo molto difficile. Il basket napoletano, da anni relegato in una posizione marginale nel mondo dello sport, prova a ripartire e decide di farlo alla grande, puntando sulla professionalità e sul talento. Questo nuovo corso nasce dalla volontà e della passione del presidente Ciro Ruggiero, che ha trasferito il suo “Cilento Basket” da Agropoli a Napoli. Era agosto quando Ruggiero aveva comunicato  ufficialmente che, con il nome di “Cuore Napoli Basket”, il Napoli sarebbe tornato ai vertici della pallacanestro di Serie B. Da allora, già molte promesse sono state mantenute.
Napoli ed il basket. Un rapporto complesso, fatto di successi e fallimenti, ma anche di speranze. Dal 2008 fino ad oggi, il basket napoletano ha vissuto il periodo più nero della sua storia. Da Maione a Minopoli, passando per Cirillo e Calise:  tanti i presidenti che si sono succeduti, segno evidente di un malessere profondo. I tifosi hanno dovuto sopportare anni di profonde delusioni.  La recente storia della pallacanestro napoletana ha infatti visto ben cinque fallimenti in otto anni, che hanno oscurato persino il lodevole tentativo di rilancio ad opera del “Basket Napoli”, targato Mario Maione, vincitore della Coppa Italia nel 2006. “Cuore Napoli Basket” è andata a colmare proprio il vuoto lasciato dal fallimento, nella scorsa stagione, dell’ “Azzurro Napoli Basket”, ponendo fine alla lunga crisi ( si spera) di questo sport all’ombra del Vesuvio. Davvero una bella notizia. Perché il basket a Napoli non è mai stato uno sport “minore”  e la città vanta una tradizione di tutto rispetto anche in questo settore. La storia della pallacanestro a Napoli inizia nel lontano 1930, con la fondazione dell’Associazione Pallacanestro Napoli, la prima vera associazione di pallacanestro del Sud. Questo sodalizio nacque grazie alla passione per lo sport, e per la pallacanestro in particolare, del marchese Pietro De Stefano. Inutile dirlo: il colore scelto per rappresentare la pallacanestro locale fu l’ azzurro e sulle canotte era impressa, quasi come il marchio di Zorro, una vistosa “N”. Prima della nascita di questa Associazione, la pallacanestro in Campania aveva avuto alcuni sporadici precedenti in occasione di alcuni incontri sportivi tra gli allievi della Nunziatella e i giovani salesiani dell’Istituto Salesiano del Vomero.  Una curiosità: oltre agli immediati successi, l’Associazione Pallacanestro Napoli ha il merito di aver voluto fortemente la prima vera formazione femminile, la stessa che ebbe la meglio sulle avversarie belghe per 48 ad 8, in un memorabile incontro. Questa formazione raccolse, così, un risultato importante e nel 1932 chiuse il campionato nazionale al secondo posto, eguagliando la formazione maschile.
Adesso la speranza per tutti i tifosi è che Ciro Ruggiero riesca a dar vita ad una nuova era del basket napoletano, capace di regalare ancora forti emozioni.

Leggi anche:  Basket, Russia-Italia streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022

 

 

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •