Buon compleanno Space Jam: cartonizzando lo sport

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta

space-jam-bball-pic
A Los Angeles ieri si sono celebrati i festeggiamenti per il ventennale del film Space Jam. Nella pellicola, oltre ai  personaggi della Looney Tunes, c’era  Michael Jordan il protagonista. All’epoca era uno dei giocatori più forti della NBA e si preparava a rientrare sul parquet. Il sodalizio cinematografico tra Michael Jordan e i Looney Tunes fu vincente. Il rapporto però inizio già quattro anni prima di Space Jam.  Nel 1992, girò insieme ai personaggi dei cartoni animati due spot per il Super Bowl. Space Jam è stato il film sulla pallacanestro più visto di sempre raggiungendo al box office 230 milioni di dollari di incassi. Niente male per un film sullo sport. Oltre a Michael Jordan c’erano anche altre stelle della NBA come Patrick Ewing, Charles Barkley, Larry Johnson, Mugsey Bouges, Shawn Bradley, Alonzo Mourning e Vlade Divac che vengono derubati della loro forza , atleticità e tecnica.  Nel film c’è anche un cameo di Larry Bird. Il regista Joe Pytka decise di chiamare anche un attore hollywoodiano come Bill Murray, diventato famoso per il ruolo del dottor Peter Venkman nelle pellicole Ghostbuster e Ghostbuster II. Quindi possiamo dire che è stata una parata di stelle NBA.

La pellicola uscì nel novembre del 1996, durante  la  stagione NBA di Michael Jordan che culminò con il quinto titolo dei Chicago Bulls che in finale superarono gli Utah Jazz di Malone e Stockton. La serata di celebrazioni si è svolta negli studi della Warner Bros. Un modo per riunire tutte le persone che vent’anni fa hanno partecipato a questo progetto cinematografico.  I giovani che nel 1996 guardarono il film si sono immaginati al posto di Michael Jordan e al fianco di personaggi dei cartoni animati come Gatto Silvestro, Titti, Bugs Bunny, Wile E.Coyote, Beep Beep e altri. In Italia invece, la pellicola è giunta nelle sale cinematografiche soltanto nel febbraio del 1997. A dare voce ai personaggi dei cartoni animati nella versione italiana, sono stati chiamati personaggi di spicco come Simona Ventura, Giampiero Galeazzi e l’indimenticato Sandro Ciotti. Tra i doppiatori della versione americana, uscita un anno prima, c’era anche l’attore Hollywoodiano Danny De Vito che prestò la voce per il perfido Mr Swackhammer che mirava a catturare i Looney Tunes.  Il regista del film ha dichiarato che il campione dei Chicago Bulls è stato un grande attore e si allenava nelle pause tra una ripresa e l’altra. Space Jam è stata una pellicola che ha segnato un epoca. Non si erano mai visti tanti campioni di uno stesso sport in un  film. Una pellicola che verrà ricordata per molto tempo.

Da qualche anno gira voce di un possibile sequel del film.  Come star NBA per Space Jam 2, si vocifera possa essere contattato LeBron James. Al momento però non c’è nessuna conferma ne da parte dell’interessato e ne da parte della Warner, la casa cinematografica che ha prodotto il primo film. Non tutti gli addetti ai lavori sarebbero favorevoli ad un sequel, forse perchè il primo capitolo ha avuto un successo difficilmente eguagliabile? Michael Jordan per il ruolo da protagonista ha candidato l’ala dei Los Angeles Clippers Blake Griffin, che ha già mostrato il suo lato comico nella sitcom Broad City. Verrà ascoltato o la produzione rimarrà sulla scelta iniziale e cioè King James?

  •   
  •  
  •  
  •