Dinamo Sassari, un orgoglio che non muore mai

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Dinamo Sassari
La Dinamo Sassari è una squadra che non muore mai. La sua forza, il suo orgoglio, le sue speranze di vittoria, sono tutti gli ingredienti messi in campo ieri nella finale di Coppa Italia, persa purtroppo dai sassaresi contro l’Olimpia Milano. Molti si domandano: “Cosa resta di questa Dinamo”? Resta sicuramente la consapevolezza di esser tornati ad essere una squadra compatta e caratterialmente forte per poter affrontare e cercare di superare qualsiasi ostacolo. Resta una squadra che coach Pasquini, dopo un periodo di buio intenso, ha saputo risollevare e caricare; resta una squadra che ha ancora bisogno di qualche innesto nel roster, ma che può ambire ad importanti traguardi, fino a qualche mese fa considerati solo dei sogni, quasi impossibili da realizzare.
La sconfitta contro l’Olimpia resterà solo una battuta d’arresto che fa male, ma che non fermerà la corsa dei giganti. Giganti che non tornano a casa, ma partono direttamente verso la Repubblica Ceca, dove domani alle ore 18,30 sono attesi per un altro appuntamento che non è da fallire. Si giocherà infatti il ritorno dei playoff di Champions League di basket contro il Nymburk. La Dinamo Sassari parte con un notevole vantaggio ottenuto all’andata, un +22 che non deve però far abbassare la guardia agli uomini di Pasquini che vogliono portare a casa il risultato.

Dinamo Sassari, Stipcevic: “Viene ricordato solo chi vince la finale”

“Viene ricordato solo chi vince la finale”, è stato questo il messaggio lasciato da Rok Stipcevic, playmaker della Dinamo Sassari, durante un’intervista. Forse il croato non ha del tutto torto, ma un’impresa come quella compiuta dalla Dinamo Sassari non può passare nel dimenticatoio e allora se è giusto festeggiare i vincitori e altrettanto giusto complimentarsi con i vinti, quei vinti che non hanno mai mollato, che non molleranno mai e i cui tifosi continueranno ad omaggiare con un sentito ed emozionante: “Forza Dinamo”.

  •   
  •  
  •  
  •