Fortitudo-Virtus, il derby di Bologna va ai padroni di casa

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

fortitudo-virtus

La rivincita è servita. Fortitudo-Virtus finisce 79-72, i padroni di casa vincono il derby di ritorno (all’andata ha vinto la Virtus) e inguaiano i cugini/rivali per il piazzamento nei play-off.
Basket City non delude e un PalaDozza stracolmo dimostra il valore che questo sport ha per tutta la città felsinea. Una città divisa in due, da una parte i bianconeri della Virtus e dall’altra i biancoblù della Fortitudo, per una rivalità storica. Non ci sono solo i tifosi ad assistere alla grande sfida ma anche ospiti d’eccezione come Fabio Bazzani, ex calciatore tra le tante della Sampdoria, e Pierluigi Collina, designatore degli arbitri Uefa.

 

Fortitudo-Virtus, la partita

1° Quarto
Nonostante la palla a due viene vinta da Kenny Lawson, a partire col piede sull’accelleratore è stata la Fortitudo. Dopo la tripla iniziale di Legion, nei primi tre minuti i biancoblù si portano sul +8 (11-3). Una partenza che lascia di stucco la squadra di Ramaglia che arranca fin dai primi minuti arrivando fino al -12 con una bomba del solito Legion che sigla il 20-8. A dimostrazione del buon momento fortitudino, Coach Boniciolli a due minuti dalla fine del quarto schiera il secondo quintetto (Candi, Montano, Gandini, Raucci, Italiano), una vera e propria dimostrazione di forza.
Il primo quarto si chiude 29-16 per la Fortitudo e la tifoseria locale apprezza incitando sempre più forte i propri beniamini.

2° Quarto
Dopo un minuto e venti secondi, Boniciolli chiama un time-out per spezzare il momento negativo dei suoi che commettono molti errori sotto canestro e dai tiri liberi. Ad infiammare ancora di più l’ambiente ci pensa Ruzzier che dopo aver rubato palla, parte in contropiede e schiaccia per il +16 della sua squadra (38-22). A 3:30 dalla fine del quarto entra finalmente a referto Lawson che da sottocanestro sigla i suoi primi due punti. La botta al ginocchio ricevuta in allenamento si è fatta sentire, complicando non poco la sua prestazione.
In una partita così infuocata è difficile per tutti mantenere la calma, compreso Marco Spissu che compie tre falli in meno di due minuti. La sua gara viene compromessa e, in modo intelligente, Ramagli lo sostituisce immediatamente.
Si va all’intervallo lungo sul +8 Fortitudo (45-37), i virtussini accorciano le distanze complice i primi due minuti a secco della Fortitudo.

3° Quarto
La fatica fisica e mentale inizia a farsi sentire, siamo pur sempre a fine stagione, e nei primi tre minuti vanno a segno soltantanto due volte la Fortitudo e una volta la Virtus. Nel terzo quarto tocca a Lawson che inizia a fare “l’americano”. Il numero 25 bianconero vince tre rimbalzi (2 offensivi e 1 difensivo) consentendo alla sua squadra di accorciare ancora di più le distanze. Il quarto si chiude 59-54.

4° Quarto
Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. Detto, fatto. Capitan Mancinelli indossa gli abiti da supereroe, prima infila una tripla da vero fuoriclasse e nel possesso palla successivo della Virtus, va a rubare palla sottocanestro con un rimbalzo stratosferico.
A sei minuti dalla fine la Fortitudo, spinta da un palazzetto indemoniato, con cuore e grinta mette 10 punti in 4 minuti a discapito dei soli 5 della Virtus.
L’ultimo minuto è da cardiopalma: a 58’ Umeh mette una tripla importantissima. Nel possesso palla dopo, i padroni di casa perdono subito palla ma c’è Capitan Mancinelli che sbarra la strada a Rosselli. A 18’, una difesa schierata male dellaVirtus permette a Spissu di compiere il suo quinto ed ultimo fallo. Sui due tiri liberi, Ruzzier ne mette solo uno per il 77-72. La Virtus non ha più energie e Stefano Mancinelli mette la ciliegina sulla torta con una schiacciata che inchioda il risultato sul 79-72.

Fortitudo-Virtus finisce 79-72. Grande gioia per i padroni di casa, ma ora per entrambe le squadre c’è d’affrontare l’ultima gara di regular season e poi testa e cuore nei play-off.

Di seguito alcune foto del Paladozza gremito per il derby Fortitudo-Virtus:

tifosi della Fortitudo

tifosi della Fortitudo

tifosi della Fortitudo

tifosi della Fortitudo

tifosi della Fortitudo

tifosi della Fortitudo

tifosi della Fortitudo

  •   
  •  
  •  
  •