Virtus Roma, ready to fight

Pubblicato il autore: STIO BROS

Dopo una stagione iniziata più che in salita per la società capitolina, raggiunto il quinto posto e miglior attacco della LEGA A2 con 88,6 punti,(anno 15/16 da dimenticare:squadra distrutta e retrocessa in A2 per motivi economici,raggiunta la salvezza attraverso i playout) per la Virtus Roma comincia il periodo più entusiasmante e importante, i playoff.

Con un budget ridotto, Roma è riuscita a ripartire quest’anno grazie ad un roster solido ma del tutto nuovo. In primis i neo acquisti americani John Brown (19,9 pts) e Anthony Raffa (19 pts) hanno portato agonismo e talento in squadra. I due insieme al gruppo di giovani promettenti come Aristide Landi (10,4 pts – 40% da 3) e Tommaso Baldasso, sotto la guida di veterani come Giuliano Maresca e “Tamburino sardo” Massimo Chessa e gli occhi vigili di Coach Fabio Corbani hanno prodotto un gioco basato sulla velocità e i tiri in transizione, in grado di rendere competitiva la squadra. Certo non sono mancate sconfitte e sviste durante queste 30 partite di stagione regolare, ma per un gruppo del tutto nuovo e costruito direttamente in corsa bisogna certamente elogiare la grinta e il carisma.

Leggi anche:  Serie A Basket 2022-23, dove vedere le partite di campionato: Eurosport, Eleven Sports e DMAX?

Una piazza come Roma che vanta uno scudetto negli anni 80’ contro l’Olimpia Milano di Meneghin e D’Antoni, unacoppa Eurolega ecc. è certamente desiderosa di raggiungere un buon traguardo, ma quello che tutti i tifosi e non solo si aspettano è la promozione e il ritorno in serie A.

 

  •   
  •  
  •  
  •