Europei Basket, Belinelli annuncia: “Forse la mia ultima volta con l’Italia”

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui


Gli appassionati di Basket, ormai non vedono l’ora che i campionati europei 2017, prendano il via. Questa edizione sarà a sedi itineranti vale a dire, che le partite della rassegna continentale saranno suddivise in varie città europee. Grande attesa dunque, per l’arrivo dei giocatori  europei più forti, molti di loro giocano in Nba; tra questi c’è l’azzurro, Marco Belinelli che sarà il capitano dell’Italia guidata dal grandissimo coach siciliano Ettore Messina, al suo ultimo europeo, prima di passare il testimone a Romeo Sacchetti. La nostra nazionale non si presenta in Israele sede del suo raggruppamento con i favori del pronostico, ma è chiamata a far bene, per via di un mix di giocatori, giovani ed esperti. Purtroppo però, gli azzurri saranno orfani di Danilo Gallinari, altro giocatore dalle indiscusse qualità tecniche, che si è rotto una mano un mese fa, per il notissimo pugno ad un avversario nella partita amichevole contro l’Olanda. Fa discutere però la scelta di Messina di aver escluso dai dodici giocatori convocati per questo europeo, Amedeo Della Valle, giocatore della Grissin Bon Reggio Emilia. Il movimento cestistico italiano, è chiamato al riscatto, dopo aver fallito per l’ennesima volta la qualificazione al torneo olimpico. Ad agitare la vigilia azzurra però, sono le parole proprio di Bellinelli che lancia un messaggio forte, chiaro e non troppo rassicurante sul suo futuro in azzurro.

Prima l’Europeo poi … –
“Voglio aiutare la squadra a fare una buon europeo, e a giocare un bel basket, ma non so dove arriveremo, la mancata qualificazione alle Olimpiadi, è stata un colpo duro da assorbire. Finita la manifestazione, potrei decidere di lasciare la nazionale, e dedicarmi solo all’Nba, questa potrebbe essere la mia ultima rassegna continentale.

Che nazionale sarà –
:”L’assenza di Gallinari pesa, le cose sono cambiate senza di lui saremo, un  pò ridimensionati, ma la squadra che abbiamo è questa, ma abbiamo fatto passi avanti. Ci sono volte in cui giochiamo un grandissimo basket, come due anni fa, a Berlino, quando perdemmo ai quarti di finale contro la Lituania a testa alta, ma in altre partite vedi il torneo preolimpico, abbiamo commesso errori gravi e incomprensibili, faremo tutto quello che coach Messina ci chiede, ogni tanto non mi spiego il perchè di questi passaggi a vuoto, ma il tempo per farli è finito, impegniamoci e diamo il massimo e vediamo cosa succede”.

Gallo perchè quel pugno? –
Un gesto così da un ragazzo come lui, non me lo sarei mai aspettato, di solito è un ragazzo tranquillissimo, ma ormai è andata così, e si va avanti con i giocatori che
abbiamo.”

Messina e gli obbiettivi azzurri –
“Ho avuto l’onore di lavorare con coach Messina, anni addietro, lo conosco bene, ma per i miei compagni è stata l’occasione per capire che persona è,

e che cosa ha fatto per questo sport e per le squadre che ha allenato, Italia compresa, E’carico e ci trasmette voglia di vincere. Ci ha detto che vuole una difesa collettiva, singolarmente non siamo bravi, ma se ci aiutiamo fra di noi andremo lontano”.  Obiettivi non ce ne sono, cercare di far bene e basta, cercando di affrontare una gara alla volta, la prima è sempre la più dura, contro Israele, sono i padroni di casa nel nostro girone, quindi sarà ancora più dura.

Le Favorite
“Spagna, Serbia e Francia, hanno il gioco migliore, ma tutto può accadere”.

Il Beli d’america –
“Vivere negli Stati Uniti, mi piace, giocare nel campionato più competitivo del Mondo, anche, ma un uomo non deve mai dimenticare le sue origini, sono e sarò italiano per sempre.

Il futuro
L’anno prossimo giocherò negli Atlanta Hawks c’è un bel progetto tecnico, a fine contratto, sarò libero di scegliere la squadra che voglio, o magari di tornare a giocare in Italia o con qualche squadra europea, giocando l’Eurolega, o ancora in Nba, è presto per decidere.”

  •   
  •  
  •  
  •