Risultati NBA: le partite della notte di preseason (13 ottobre)

Pubblicato il autore: Giordano Pizzari Segui

La stagione NBA è alle porte. Nella notte tra martedì 17 ottobre e mercoledì 18 ottobre ci sarà la prima palla a due della stagione 2017-2018, con i Golden State Warriors intenti a difendere l’anello conquistato poco più di 4 mesi fa contro i Cleveland Cavaliers di Lebron James. Si partirà subito con due supersfide, con Boston, guidata da Kyrie Irving, che sfiderà alla Quicken Loans Arena i vice campioni in carica dei Cavs. Difficilmente assisteremo alla “sfida nella sfida” tra lo stesso Irving e Lebron James, a causa di un infortunio alla caviglia di quest’ultimo. L’altro grande match si giocherà alla Oracle Arena, casa dei campioni di Golden State, che, guidati dal solito Stephen Curry, sfideranno gli Houston Rockets del duo Harden-Paul, sotto la sapiente guida tattica di coach Mike D’Antoni. Nel frattempo, però, si sono giocate 10 gare nella notte di preseason:

Golden State batte Sacramento Kings per 117-106, guidati dai 18 punti di Curry e dai 17 punti del sempre più positivo Patrick Mccaw.

Leggi anche:  Kobe Bryant, Lebron show con dedica al Mamba

Interessante il derby di Los Angeles, con i nuovi Lakers di Lonzo Ball, intenti a migliorare il record negativo dello scorso anno, che escono vittoriosi contro i Los Angeles Clippers allenati da Doc Rivers per 111-104; 15 i punti della seconda scelta assoluta del draft del 2016 Brandon Ingram, 16 quelli di Brook Lopez, aiutati dall’ottima prestazione di Julius Randle che chiude con 7 rimbalzi e, soprattutto, 15 punti.

Primo successo in preseason per i Cavs con il risultato di 113-106, arrivato contro gli Orlando Magic di Aaron Gordon (21 punti). In virtù dell’assenza di Lebron James, a caricarsi la squadra sulle spalle è stato l’insospettabile veterano Josè calderon (18 punti per lui) e il ritrovato Dwayne Wade, che chiude a 15 punti con pochissimi minuti a disposizione.

San Antonio, pur non potendo contare sul “two way player” Kawhi Leonard, annienta i nuovi Houston Rockets per 106-97. Ottima prova del criticatissimo Lamarcus Aldridge, che chiude in doppia doppia con 26 punti, conditi da 10 rimbalzi. Non bastano ai texani, invece, i 15 punti e 11 assist di James Harden.

Leggi anche:  Kobe Bryant, Lebron show con dedica al Mamba

Washington Wizards batte New York Knicks per 110-103, guidati da un sontuoso Bradley Beal (24 punti). Buona prova per il “new yorkese” Hardaway Jr con 23 punti a referto.

La franchigia di Michael Jordan, gli Charlotte Hornets, guidati dai 18 punti di Kemba Walker, superano Dallas per 111-96, tirando con 17/30 da 3 punti.

Vince anche Philadelphia, che giustifica il gigantesco “hype” intorno alla franchigia, superando i Miami Heat, a cui non basta un’ottima prova difensiva di Hassan Whiteside, spesso capace di tenere testa all’infinito talento di Joel Embiid (1\7 dal campo). Ottima prova per la prima scelta assoluta Ben Simmons che chiude a 19 punti, 7 rimbalzi e 5 assist (9\11 dal campo per lui).

Vince Toronto che batte i Chicago Bulls, ormai orfani del loro punto di riferimento della scorsa stagione, Jimmy Butler, ceduto in una trade che ha visto, tra gli altri, l’arrivo di Zach Lavine. Risultato finale 125-104, con una sontuosa prova di CJ Miles, che mette a referto 27 punti con 6 triple in soli 20 minuti.

Leggi anche:  Kobe Bryant, Lebron show con dedica al Mamba

Devastanti i Memphis Grizzlies, che superano i New Orleans Pellicans per 142-101, guidati dallo spagnolo Marc Gasol, finito in doppia doppia con 19 punti e 10 rimbalzi, Martin (20 punti per lui) e Conley (19 punti).

Solito, inarrestabile e dominante “The greek freak”, Giannis Antetokoumpo, che trascina i suoi Millwaukee Bucks nella vittoria contro Detroit, con una prestazione da 17 punti, 6 rimbalzi e 5 stoppate.
Con questa prestazione manda un chiaro messaggio al mondo NBA, consolidando la sua candidatura per il premio di MVP.

Infine, buona prova per i Phoenix Suns che vincono 114-93 contro gli australiani Brisbane Bullets con i 31 punti dell’ottimo Devin Booker, e di Portland, anch’esso vincente, contro Maccabi Haifa. 129-81 il risultato finale.

  •   
  •  
  •  
  •