Eurocup, ottavi: Milano passa in Turchia, Trento si gioca tutta nel ritorno

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui

Calendario partite Eurocup 6 novembre

Una vittoria e una sconfitta di misura, l’EA7 Emporio Armani Milano e la Dolomiti Energia Trento iniziano col piede giusto gli ottavi di finale di Eurocup. Successo esterno per i biancorossi che, a ranghi ridotti, passano 72-69 in Turchia sul campo del Banvit guadagnando un piccolo vantaggio in vista del ritorno del 2 marzo. Ko al fotofinish invece per Trento che, sul difficile parquet spagnolo di Saragozza, cade 85-83 contro il CAI rimandando il discorso qualificazione, ancora aperto, alla gara di ritorno del primo marzo al PalaTrento. La formula andata/ritorno prevede il passaggio del turno per chi segna più punti nelle due partite (in caso di parità, come nel derby tedesco Bayern Monaco-Alba Berlino terminato 82-82, il supplementare è solo in gara 2 nel caso in ci fosse parità globale).

BANVIT BANDIRMA – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 69-72
Buona la prima per Milano che, nonostante le numerose assenze di Gentile, Cerella e Lafayette per motivi fisici e Batista inutilizzabile in coppa, ai quali si aggiunge Macvan all’ultimo per influenza, espugna Bandirma e si porta avanti 1-0 nella corsa ai quarti di finale. Un vantaggio che i biancorossi dovranno difendere il 2 marzo al Forum. Milano inizialmente stenta in attacco e sotto 13-6 coach Repesa si rifugia in time out, da cui i meneghini escono infilando un 5-0 che vale il 13-11 Banvit dopo i primi 10’. Sanders e Kalnietis tengono a contatto Milano, ma sotto canestro i turchi fanno valere l’artiglieria pesante e all’intervallo conducono 38-30. Nella ripresa i freschi vincitori della Final Eight toccano il -10, è la scossa che sveglia Sanders e Cinciarini: Milano impatta sul 45-45 che diventa sorpasso con una tripla del play, vantaggio che dura alla mezzora (53-50). Ultimo quarto punto a punto col Banvit che conquista tanti secondi tiri dai rimbalzi offensivi ma non fa i conti con Simon, decisivo con sette punti consecutivi e il +3 firmato da Magro sulla sirena.

Leggi anche:  Dove vedere Maccabi Tel Aviv-Olimpia Milano: diretta streaming Eurolega

BANVIT: Ulusoy ne, Fortson 18, Johnson 5, Slaughter 6, Gecim 8, Simmons 10, Vidmar 9, Moerman 7, Altunbey ne, Yildrim, Yilmaz ne, Carmichael 6.
MILANO: McLean 10, Amato ne, Kalnietis 13, Macvan ne, Magro 2, Cinciarini 13, Sanders 19, Jenkins, Barac, Simon 15.

CAI SARAGOZZA – DOLOMITI ENERGIA TRENTO 85-83
L’avvio è di marca spagnola, poi Trento prende le misure e gioca 10’ da favola volando sul 28-18 con Lockett. Saragozza poi si sveglia dal perimetro con Linhart e ricuce sul -5 approfittando di alcuni errori trentini per chiudere sul minimo scarto (45-44) al riposo lungo. I problemi per Trento arrivano a inizio ripresa: la verve offensiva si spegne e la difesa non regge l’urto dei padroni di casa che toccano il +7, finché Trento non trova punti da Sanders e Wright. Alla mezzora il CAI conduce 68-66 ma a inizio ultima frazione le aquile rimettono la testa avanti. La bomba di Sanders vale l’83 pari, ma l’ultimo possesso premia Bellas che regala il successo agli spagnoli.

Leggi anche:  Dove vedere Maccabi Tel Aviv-Olimpia Milano: diretta streaming Eurolega

SARAGOZZA: Kravtson 14, Bellas 14, Sastre 12, Norel 12, Jelovac 10, Tomas 9, Benzing 5, Linhart 5, Henry 2, Fotu 2.
TRENTO: Wright 22, Pascolo 19, Sutton 13, Lockett 12, Sanders 11, Poeta 3, Forray 3, Lechthaler 5.

Il quadro degli ottavi
Alba Berlino – Bayern Monaco 82-82
Limoges – Gran Canaria Las Palmas 65-82
Strasburgo – Oldenburg 76-78
Banvit – Milano 69-72
Saragozza – Trento 85-83

Nizhny Novgorod – Zenit San Pietroburgo 102 – 76
Stelmet Zielona Gora – Unics Kazan 68-72
Pinar Karsiyaka – Galatasaray 67-64

  •   
  •  
  •  
  •