Eurolega 2016/2017: Milano debutta contro il Maccabi

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

eurolega 2016

Inizia questa sera l’Eurolega 2016/2017. La nuova edizione della massima competizione europea prevede un vero e proprio super campionato con le sedici squadre partecipanti che si affronteranno due volte in un girone unico. Nell’Eurolega 2016 l’Italia ha una sola rappresentante ed è l’Olimpia Milano. La società campione d’Italia ha costruito un roster per fare bene in Europa dopo la disastrosa stagione passata. L’EA7 Emporio Armani Milano debutterà domani sera davanti ai propri tifosi contro il Maccabi Tel Aviv, anch’esso in cerca di redenzione dopo una delle peggiori annate europee della propria storia. Due dei colpi principali del mercato sono stati i ritorni in Europa di Andrew Goudelock e di Sonny Weems. Il primo è una vera e propria macchina da punti come ben conoscono i tifosi dell’Unics Kazan e del Fenerbahce mentre l’anno scorso si è diviso tra la Cina e gli Houston Rockets. Weems è una delle migliori ali piccole in circolazione, torna nel vecchio continente dopo un’annata tra Phoenix e Philadelphia e dopo aver vestito in Europa le maglie dello Zalgiris Kaunas e del CSKA Mosca. Weems dovrebbe essere assente per infortunio ma è a Milano con la squadra quindi mai dire mai. Dopo una gran stagione al Nizhny Novgorod (secondo quintetto di Eurocup e quinto miglior realizzatore del torneo) è approdato a Tel Aviv Victor Rudd. Joe Alexander è ben conosciuto dai tifosi milanesi visto che nella passata stagione ha vestito la maglia della Dinamo Sassari. Un altro rinforzo importante è Maik Zirbes. Il tedesco è reduce da una stagione con la Stella Rossa e nella passata Eurolega ha chiuso come ottavo miglior rimbalzista e terzo miglior realizzatore della regular season. Altri due nuovi arrivi importanti per l’Eurolega 2016 sono DJ Seeley, guardia ex Gran Canaria, e Colton Iverson, centro ex Baskonia.

Eurolega 2016: i confermati del Maccabi Tel Aviv

I nuovi acquisti si aggiungono ai giocatori confermati dopo la già citata pessima stagione passata. Il veterano Devin Smith è diventato una vera e propria bandiera del Maccabi visto che gioca a Tel Aviv da ben cinque anni. Ancor più lunga (sei stagioni) è la militanza in gialloblu di Guy Pnini mentre gli altri veterani della squadra sono il playmaker Yogev Ohayon e la guardia Sylven Landesberg. Gal Mekel arrivò l’anno scorso a stagione in corso dalla Stella Rossa e nelle tre partite giocate n Eurocup segnò 16.3 punti di media. L’ex Benetton Treviso si alternerà in regia con Goudelock e Ohayon.

Eurolega 2016: cosa dovrà fare l’Olimpia Milano

L’EA7 vuole debuttare con una vittoria ma il Maccabi Tel Aviv è una squadra temibile. Il giocatore chiave sarà Miroslav Raduljica. Molto probabilmente gli avversari cercheranno di caricarlo di falli dando molto la palla sotto a Zirbes e Iverson consapevoli che il cambio del pivot serbo è Jamel McLean, ovvero un’ala grande adattata al ruolo di centro (nel’ultima giornata di campionato Fesenko gli ha segnato in faccia 22 punti in 21 minuti). In attacco servirà che Alessandro Gentile ritrovi fiducia e che Rakim Sanders giochi all’altezza della sua fama e non come nelle prime due partite di campionato (2 punti contro Capo d’Orlando, 0 contro Avellino).

  •   
  •  
  •  
  •