Eurolega Olimpia Milano e il problema difesa

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

eurolega olimpia milano

L’Eurolega Olimpia Milano era iniziata benissimo con due vittorie contro il Maccabi Tel Aviv in casa e il Darussafaka in trasferta. Dopo quei due successi la formazione allenata da Jasmin Repesa si è arenata inanellando ben tre sconfitte consecutive: contro l’Olympiacos ad Atene, in casa contro il Real Madrid e ieri sera in Germania contro il Bamberg. Il motivo di questi K.O. è semplice e risiede nella metà campo difensiva. Questa EA7 non ha un’identità difensiva degna di una squadra allenata da Jasmin Repesa. I punteggi dell’Eurolega Olimpia Milano sono l’emblema di questo concetto: 97 punti concessi al Maccabi Tel Aviv in casa, 80 al Darussafaka (in quella che è stata la miglior prova difensiva della stagione europea), 91 all’Olympiacos, 101 al Real Madrid davanti ai propri tifosi e la bellezza di 106 punti subiti dal Bamberg dopo un overtime (erano comunque 91 al termine dei tempi regolamentari). Il concetto è semplice: con una difesa così povera non si vince e la gara di ieri contro la squadra allenata da coach Andrea Trinchieri ne è un perfetto esempio. L’Emporio Armani Milano ha giocato i primi diciotto minuti alla perfezione mettendo in campo un’ottima difesa capace di concedere agli avversari solamente 29 punti tra le mura amiche contro i 46 messi a segno da Alessandro Gentile e compagni. Ma da quel momento i campioni d’Italia in carica hanno smarrito la via subendo tre triple consecutive in chiusura del secondo quarto (38-46) e subendo la rimonta fino al sorpasso subito (50-49) a sei minuti e ventun secondi dal termine della terza frazione con un gioco da tre punti di Radosevic. Se la difesa non funziona la stessa cosa non può essere detta per l’attacco. Ieri Milano ha segnato 102 punti in sul campo di un’ottima squadra come il Bamberg, contro il Real Madrid ha realizzato 91 punti, contro il Maccabi ben 99. Insomma il problema non sta nella metà campo offensiva ma, come recita una frase troppo spesso abusata nella pallacanestro: “Gli attacchi vendono i biglietti, le difese vincono le partite”.

Leggi anche:  Dove vedere Maccabi Tel Aviv-Olimpia Milano: diretta streaming Eurolega

Eurolega Olimpia Milano: la nota lieta è Alessandro Gentile

L’unico sorriso che la partita di Eurolega Olimpia Milano Bamberg può strappare ai tifosi biancorossi è la prestazione di Alessandro Gentile, tornato sui livelli degli anni passati. Contro il suo ex compagno di squadra Niccolò Melli il n.5 ha tirato fuori una gara da 18 punti e 5 assist in 30 minuti sul parquet. Peccato solo per quel tiro da tre punti che continua a non entrare (ieri 0/2) e anche dalla lunetta i problemi persistono visto che nelle cinque partite giocate in Eurolega l’azzurro è a quota 2/10. Se Alessandro Gentile è apparso in netta ripresa la stessa cosa non può essere detta per altri due giocatori nettamente in difficoltà. Miroslav Raduljica fa fatica a stare in campo (ieri 5 punti 1 rimbalzo in 14 minuti) e il confronto con il rendimento di Jamel McLean è imbarazzante. La stessa cosa può essere detta per Mantas Kalnietis. Il lituano era stato decisivo contro il Darussafaka e sembrava essersi lasciato alle spalle l’infortunio. Ma il momento no per il playmaker è tutt’altro che passato come dimostrano alcune scelte di ieri sera: 3 palle perse in soli 11 minuti. Foto Eurolega Olimpia Milano: youtube

  •   
  •  
  •  
  •