Eurolega, l’Olimpia Milano si arrende al Real Madrid 94-89

Pubblicato il autore: Marco Picenni Segui

BASKET MILANO LLULL

L’ Olimpia Milano è stata sconfitta dal Real Madrid 94-89 nel match dell’Eurolega di basket disputato venerdì 27 gennaio.. Il lungo vantaggio iniziale aveva illuso un po’ tutti, ma alla fine il Real è uscito alla distanza grazie alle prodezze di un grande Llull e a una strepitosa rimonta nel finale. Incredibile come l’Olimpia Milano si sia fatta sorpassare praticamente solo negli ultimi 3 minuti dopo aver condotto tutto il resto della gara mettendo in scena una performance di alto livello sotto tutti i profili. Sono costati molto cari alla squadra italiana i numerosi errori nella fase decisiva della partita, un calo che non ci può permettere contro squadre competitive come il Real. L’Olimpia Milano, dunque, riesce a replicare la partita giocata contro l’Olympiacos di due giorni prima, ma solo sul piano del gioco, non riuscendo a conseguire il medesimo risultato finale. Le statistiche rimangono le stesse da più di 12 anni e dicono che Milano non riesce a vincere in terra iberica dalla Uleb Cup 2003-04.

Eurolega, Olimpia Milano – Real Madrid. La partita

L’Olimpia Milano non ha sfigurato affatto nella serata di Eurolega madrilena. L’EA7 ha dato però prova di esserci sia fisicamente che mentalmente, lasciando agli spagnoli la vittoria finale solo a causa di una serie di sfortunati eventi. La difesa dell’Olimpia ha indotto il Real a giocate difficili, costringendolo spesso a fare appello alle prodezze dei propri campioni per risolvere certe situazioni.Il Real, dal canto suo ha cercato molto di sorprendere con il tiro da tre punti visto che l’area degli italiani è stata ben protetta.
Sul 14-10 per il Real esce allo scoperto il trio Cinciarini, Abass, Pascolo conferendo fiducia e autorevolezza a Milano nonché la convinzione di potercela fare.Cincia-Simon creano le condizioni per mantenere accesa la speranza di successo. Kruno con 11 punti in 11 minuti e Cinciarini riescono a portare Milano sul 31-30.
A questo punto la percentuale dell’Emporio è del 75% da due mentre il Real insiste da tre con 6 triple in 15 minuti grazie anche al talento di Doncic. Dopo 16 minuti è +4 Real con Milano che continua a rimanere in attacco ma con poche soluzione in fase conclusiva. In difesa cominciano a intravedersi i primi affanni, soprattutto a rimbalzo.
Nella ripresa, due giocate da esterno del pivot McLean danno la possibilità a Milano di raggiungere il massimo vantaggio (56-50) prima che gli spagnoli si sveglino impartendo all’EA7 un secco 7-0.
L’Olimpia Milano a questo punto si sistema in difesa cercando di placare le avanzate del Real. Il +5 milanese di Dragic appare come una vera e propria lezione di basket ad alti livelli e il terzo periodo si conclude sul 73 a 69 per la squadra di Milano. L’EA7 si mantiene in vantaggio a questo punto del match grazie anche alle giocate di Simon per poi lasciare ancora spazio a Llull il quale inanella un’altro secco 7-0 che porta il Real sull’81-71 a 5’ dalla fine. Milano però non perde le speranze e negli ultimi 3 minuti tenta il tutto per tutto. Il Real può ancora contare però su un incontenibile Llull, mentre l’EA7 è costretta a fare i conti con errori da tiri da fuori errati che pregiudicano la rimonta

  •   
  •  
  •  
  •