Play-off Nba, Atlanta-Brooklyn: Brook Lopez all’assalto del duo Millsap-Horford

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

nba play-off atlanta brooklynCoach Budenholzer è uno dei candidati più forti al premio di coach dell’anno: ad Atlanta ha costruito un vero e proprio orologio svizzero. Gli Hawks si capiscono a sguardi, non hanno una stella conclamata e fanno del gioco di squadra il loro credo: la loro regular season francamente nemmeno dal più pazzo degli scommettitori poteva essere pronosticata. Il record 60 vinte e 22 perse, uno dei migliori di sempre per la franchigia, è il frutto di un lavoro davvero eccelso. Il duo Horford e Millsap (nella foto) in vernice garantisce punti e solidità, Jeff Teague si conferma uno degli esterni più versatili a Est nella Nba, mentre Kyle Korver dalla lunga è sempre il solito cecchino. Ora puntano a far strada in post season: il primo scoglio sono i Brooklyn Nets, soltanto un mese fa dati per spacciati nella corsa ai play-off, ma risorti sotto la spinta di Brook Lopez e del neo-arrivo Thaddeus Young. I bianconeri il talento lo hanno: Joe Johnson e Deron Williams sanno come si vince una serie di post season. Ma gran parte della tenzone si deciderà sotto canestro: se Lopez è quello delle ultime tre settimane, la serie potrebbe anche palesarsi più avvincente del previsto.

Atlanta, punti di forza. Sono i campioni della eastern Conference e giocano un basket meraviglioso. Spaziature perfette, difesa arcigna, grande precisione nell’esecuzione dei giochi e una coppia di lunghi che a Est francamente ha pochi rivali.

Atlanta, punti deboli. Dopo una regular season di tale livello, potrebbero pagare un filino di pressione: non sarebbe la prima volta che una testa di serie scivola al primo turno. Insomma, hanno tutto da perdere: anche il tasso di esperienza in molti giocatori non è elevatissimo.

Brooklyn, punti di forza. Hanno talento ed esperienza. Deron Williams se sta bene è un playmaker che può decidere una serie, e un Brook Lopez in salute è il centro che si accoppia a meraviglia con lui. Hanno tutto da guadagnare, e questo è un vantaggio, e un pubblico più caldo di quello della Georgia.

Brooklyn, punti deboli. Non sono una squadra atletica innanzitutto, al contrario dei loro avversari. Inoltre, i rincalzi sono quelli che sono e durante la stagione regolare si è visto. Dovessero finire sotto 2-0 ad Atlanta, poi sarebbe complicato riacciuffare la serie.

L’uomo chiave di Atlanta. E’ Paul Millsap. Con 16 punti e 8 rimbalzi ad allacciata di scarpe, è l’uomo che più di ogni altro sposta gli equilibri in casa Hawks. La sua intesa con Horford è perfetta, ed è reduce dalla miglior stagione in carriera.

L’uomo chiave di Brooklyn. Se i Nets sono ai play-off, è grazie al ritorno di Brook Lopez. Al netto dei suoi continui infortuni, questo signore è un signor centro, che sa giocare, sa passare e prende rimbalzi. Dovrà tenere botta quasi da solo in vernice: è lì che si gioca la serie.

Previsione SUPERNEWS. Diciamo Atlanta in 5 partite, massimo 6. Francamente, la stagione degli Hawks è stata troppo esaltante per immaginarceli fuori già alla prima tornata. Se passano poi, possono tirar dritti fino alla finale di conference, visto che se la vedranno contro la vincente di Toronto-Washington.

  •   
  •  
  •  
  •