NBA: Dallas vuole Deron Williams e JaVale McGee

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

NBA

NBA: pochi giorni fa i Dallas Mavericks sembravano essere una delle grandi vincitrici della free agency. Nonostante l’addio di Monta Ellis, che si è accasato agli Indiana Pacers, i Mavs erano riusciti ad accordarsi con due dei free agent più ambiti: Wesley Matthews e DeAndre Jordan. Ma il centro ha avuto un ripensamento clamoroso e ha finito per ri-firmare con i Los Angeles Clippers. Dallas si è trovata così a bocca asciutta visto che Jordan sarebbe stato il sostituto naturale di Tyson Chandler, passato ai Phoenix Suns. I Mavericks hanno tamponato la situazione prendendo Zaza Pachulia dai Milwaukee Bucks in cambio di una seconda scelta futura. Ma i texani continuano a guardarsi attorno e avrebbero messo gli occhi su JaVale McGee. Dell’ex Nuggets si sa già tutto: il potenziale fisico e atletico è irreale ma la testa non è assolutamente da professionista NBA. Dallas deve decidere se rischiare su un giocatore del genere dopo la scommessa persa con un altro talento molto turbolento come Rajon Rondo.

Nel frattempo di decidere cosa fare con McGee, i Dallas Mavericks sono pronti a chiudere con Deron Williams. Il play ha rescisso il contratto con i Brooklyn Nets, accordandosi per una buonuscita di 27,5 milioni di dollari. D-Will firmerà un biennale da 10 milioni di dollari con i Mavs nella speranza di poter rilanciare la propria carriera. Infatti, ai tempi degli Utah Jazz, Williams era considerato assieme a Chris Paul il miglior playmaker della NBA. Poi l’arrivo dei vari Derrick Rose, Russell Westbrook, etc. assieme ai continui infortuni, hanno fatto si che Deron iniziasse la parabola discendente. Probabilmente l’ex giocatore di Team USA non tornerà mai a livelli visti in Utah ma a 31 anni ha ancora molti anni di carriera NBA da onorare.

Un altro obiettivo di mercato di Dallas è Kevin Seraphin. Il lungo interessa molto anche ai Los Angeles Lakers e ai Washington Wizards. Quest’ultimi vorrebbero ri-firmarlo dopo una stagione NBA chiusa a 6.6 punti e 3.3 rimbalzi di media a partita. Ma il francese non sembra intenzionato a restare nella capitale visto che vuole avere più minutaggio ed un ruolo più importante nelle rotazioni di una squadra NBA.

  •   
  •  
  •  
  •