NBA ’15-’16: le previsioni di SuperNews

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

Nba

Ci siamo, questa notte inizierà la stagione NBA ’15-’16. Tante le domande che troveranno risposta nei prossimi mesi: chi succederà ai Golden State Warriors? chi sarà l’MVP? Riuscirà Lebron James a portare il titolo a Cleveland? Chi sarà il miglior rookie della lega? Quale sarà la squadra sorpresa? E come si comporteranno i tre azzurri d’America: Danilo Gallinari, Marco Belinelli e Andrea Bargnani? Proviamo a rispondere a un po’ di domande in questo articolo di SuperNews.

Chi vincerà il titolo NBA?
Impossibile non partire dalla più classica delle domande. I campioni in carica sono i Golden State Warriors, che sono riusciti a confermare tutto il roster dell’anno passato. Per forza di cose Steph Curry e compagni arriveranno molto in là nel corso della stagione ma come squadra favorita scegliamo i San Antonio Spurs. I texani hanno ingaggiato il free agent più ambito: LaMarcus Aldrige, che formerà con Tim Duncan una delle coppie di lunghi più forti di tutta la lega. In più è arrivato David West, che ha accettato il minimo salariale pur di competere per il titolo. I due si inseriranno in un contesto oliato alla perfezione. Bisognerà vedere le condizioni di Tony Parker, fondamentale nel sistema di coach Popovich, visto lo scarso rendimento nella passata stagione e i brutti europei giocati con la Francia.

Chi sarà l’MVP?
Lebron James resta il giocatore più forte del pianeta ed è un candidato naturale alla vittoria del premio di MVP. Attenzione anche a Kevin Durant, che rientra dopo una stagione che ha passato quasi totalmente ai box a causa di infortuni. E che dire dell’MVP in carica Steph Curry e del secondo classificato James Harden? Ma come candidato principale puntiamo su Anthony Davis, decisamente pronto a prendersi la NBA. La miglior ala grande della lega è un giocatore illegale per caratteristiche tecniche e fisiche e nel gioco di Alvin Gentry potrà affermarsi come MVP della stagione.

Sarà la stagione della rinascita dei New York Knicks e dei Los Angeles Lakers?
Le due franchigie storiche della NBA vengono dalle peggiori stagioni della loro storia.  I Knicks hanno disputato un buon pre-campionato chiudendo con 4 vittorie e 2 sconfitte. Carmelo Anthony si è operato al ginocchio e non dovrebbe avere più problemi. Gli imbarazzanti problemi in regia dovrebbero essere risolti con il rookie Jeremiah Grant più che dal rientrante Jose Calderon. Robin Lopez garantisce una protezione del ferro che l’anno scorso non è mai stata vista, Aaron Afflalo porta pericolosità sul perimetro mentre Kristaps Porzingis è la promessa. I Lakers avranno bisogno di Kobe Bryant dopo che il Black Mamba ha giocato pochissimo nelle ultime due stagioni (infortuni al ginocchio e alla spalla). Al draft 2015 è stato scelto D’Angelo Russell, sarà lui il pezzo attorno al quale costruire i Lakers del futuro ma servirà molto anche in questa stagione. Dalla free agency sono arrivati buoni giocatori come Lou Williams, Roy Hibbert e Brandon Bass. Sia i Knicks che i Lakers difficilmente arriveranno ai playoff ma hanno un disperato bisogno di ripartire.

Dove arriveranno i Cleveland Cavaliers?
Riuscirà Lebron James a portare il titolo a Cleveland? L’anno scorso ci arrivò vicino e chissà quale sarebbe stato il risultato delle finali NBA 2015 con Kyre Irving e Kevin Love in campo. Di certo i Cavs sono i favoriti numero 1 ad Est anche per la povertà di avversari ma gli Spurs sembrano essere un passo avanti nella corsa al titolo NBA.

E gli Oklahoma City Thunder?
Per usare una metafora tratta dal poker, potrebbe essere la stagione dell’ “All In” per OKC. Si perché Kevin Durant sarà unrestricted free agent al termine di questa stagione e attorno a lui c’è l’interesse di tutta la NBA, New York Knicks e Los Angeles Lakers in prima fila. L’obiettivo minimo per convincere KD a restare sono le finali NBA ma ad Ovest la concorrenza è tanta.

 

  •   
  •  
  •  
  •