NBA: le 5 incredibili prestazioni individuali del 17 novembre [VIDEO]

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

nba

In questo articolo non troverete i risultati NBA del 17 novembre (che potete leggere cliccando su questi due link: 1 e 2) ma la descrizione delle pazzesche prestazioni individuali a cui abbiamo assistito nella nottata. Tutti i video li trovate al termine dell’articolo. Iniziamo da quella di Danilo Gallinari. L’azzurro è stato protagonista della vittoria dei suoi Denver Nuggets sul campo dei New Orleans Pelicans. Il Gallo ha segnato 32 punti con 12/19 dal campo (di cui 5/8 da tre punti), catturato 8 rimbalzi e consegnato 8 assist. Se possibile l’importanza di Gallinari nei Denver Nuggets crescerà ancor di più dopo la notizia che Wilson Chandler salterà tutta la stagione NBA ’15/’16.

A raccontare delle prestazioni del 17 novembre abbiamo iniziato da Gallinari anche se avremmo dovuto cominciare con Stephen Curry. Il problema è che il fatto che l’MVP in carica giochi una gara stellare non è più una notizia, è la normalità. Queste le cifre fatte registrare da Steph nella vittoria contro i Toronto Raptors: 37 punti e 9 assist in 39 minuti sul parquet. I Golden State Warriors hanno un record di 13 vittorie e 0 sconfitte, terzo miglior record della storia della NBA.

Tempo di parlare di rookie e per questo motivo ci spostiamo nella Grande Mela dove Kristaps Porzingis sta facendo ricredere tutti quei tifosi che lo avevano fischiato la sera del draft. Anche chi sta scrivendo in questo momento era molto scettico riguardo la scelta del lettone ma il ragazzo si sta affermando alla grande. Ieri, nella vittoria dei New York Knicks contro gli Charlotte Hornets, ha fatto registare il nuovo career high per quanto riguarda i punti: ben 29, aggiungendoci 11 rimbalzi. Se riuscirà a mantenersi a questi livelli e se Carmelo Anthony dovesse restare sano per tutta la stagione allora NY potrebbe riuscire a conquistare i playoff. Una cosa impensabile a settembre quando tutti i tifosi dei Knicks avevano ancora negli occhi la passata stagione.

Nonostante la sconfitta dei suoi Miami Heat è impossibile non sottolineare l’eccezionalità della prestazione di Hassan Whiteside. Il lungo (protagonista dell’eccezionale storia raccontata in questo articolo di Valerio Mingarelli) è stato dominante facendo registrare una tripla doppia da 22 punti, 14 rimbalzi e 10 stoppate.

Chiudiamo con il solito Lebron James, che nella sconfitta dei suoi Cleveland Cavaliers contro i Detroit Pistons, ha segnato 30 punti. Due di questi gli hanno permesso di superare Jerry West nella classifica dei migliori realizzatori della storia della NBA. Ora la stella dei Cavs è in diciannovesima posizione, la scalata continua…

Guarda tutti i video di queste cinque prestazioni:
Kristaps Porzingis:

Danilo Gallinari:

Stephen Curry:

Hassan Whiteside:

Lebron James:

 

  •   
  •  
  •  
  •