Lebron James travolge tifosa vip e la manda in ospedale!

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui
LE BRON TRAVOLGE SPETTATRICE LEBRON JAMES TRAVOLGE TIFOSA VIP. Nella notte in cui LeBron James schianta con 33 punti gli Oklahoma City Thunder, il “prescelto” finisce sulle prime pagine per un altro fatto: nel tentativo di recuperare un pallone, il gigante dei Cavs ha travolto la moglie del golfista Jason Day, seduta a bordocampo ad assistere al match. La donna è finita in ospedale. “Mi ha dato la mano e mi ha detto che era tutto ok”, ha detto Lebron al termine del match. La povera Ellie Day, moglie del campione di golf Jason, si è vista franare addosso LeBron, che pesa più di 110 chili. La donna, che assisteva al match su una sedia a bordo campo, è stata ribaltata a terra da James, lanciatosi per recuperare una palla, ed è rimasta schiacciata a terra. La Day è stata trasportata in barella fuori dalla Quicken Loans Arena con la testa immobilizzata ed è stata accompagnata in ospedale dal marito per accertamenti. “Era un po’ ko – ha detto James dopo il match -. Per me è importante che stia bene. Stavo solo cercando di salvare il possesso palla, odio il fatto che sia successo ciò”.  A fare notizia dunque nella partita tra Oklahoma City Thunder e Cleveland non è tanto il successo dei Cavaliers per 104-100, quanto lo sfortunato atterraggio di LeBron James sulla moglie del golfista Jason Day, seduta in prima fila. Si era nei minuti finali dell’incontro quando James ha provato a recuperare una palla, ma non è riuscito a fermarsi in tempo prima di travolgere la spettatrice con i suoi 113kg di peso. Ellie Day ha quindi dovuto essere trasportata all’ospedale per accertamenti.
Incidente a parte, James è stato protagonista di un match super: con 33 punti e 11 assist ha trascinato i Cavaliers al successo (il quarto di fila) per 104-100 su Oklahoma nonostante i 75 punti complessivi di Westbrook (27), Durant (25) e Ibaka (23). I Cavs possono godersi il quarto successo di fila che gli permette di restare saldamente al comando della Eastern Conference con un record di 17-7. Match tutt’altro che semplice per Cleveland che si ritrova addirittura sotto di 12 lunghezze (28-40) nel secondo quarto e di 11 nel terzo (69-58). Durant sigla 14 punti soltanto nel primo parziale ma poi si perde nel corso dell’incontro. Ibaka e Westbrook tengono a galla OKC fino all’ultimo quarto quando Cleveland opera l’allungo decisivo anche grazie all’apporto di Thompson (14 punti) e Jefferson (11). Si ferma così a 6 vittorie consecutive la striscia dei Thunder, sempre terzi a Ovest dietro a Warriors e Spurs Nella notte di NBA c’è stato spazio anche per i colori rossocrociati. Clint Capela è stato nuovamente inserito nel quintetto base dei suoi Houston Rockets. Impegnata nella notte allo Staples Center di Los Angeles contro i Lakers di Kobe Bryant, la franchigia texana ha superato con il punteggio di 107-87 i padroni di casa. Il rossocrociato ha messo a referto 10 punti e 12 rimbalzi in 28’09” di gioco.
GLI ALTRI MATCH DELLA NOTTE NBA. I Rockets affondano 107-87 i Lakers (ultimi a Ovest) allo Staples Center con una super prestazione di James Harden, autore di 25 punti a cui vanno aggiunti i 16 con ben 15 rimbalzi di Dwight Howard. A Los Angeles non bastano, invece, i 22 del solito Kobe Bryant. Alla Time Warner Cable Arena di Charlotte, infine, gli Hornets vincono 109-99 contro i Raptors con ben 35 punti di un rigenerato Jeremy Lin contro i 31 di DeMar DeRozan.
  •   
  •  
  •  
  •